Notizie

Basta solidarietà solo a parole da parte degli Stati UE

foto bundestag“Siamo al limite della nostra capacità di accoglienza. In sole 48 ore sono sbarcati 12.000 migranti sulle nostre coste. L’Italia non può continuare a farsi carico da sola delle migliaia di profughi che vengono salvati in mare. Ecco perché ieri, con effetto immediato, abbiamo notificato alla Commissione Europea la nostra volontà di impedire l’attracco ai nostri porti alle navi straniere che, dopo avere salvato migranti in prossimità delle coste libiche, chiedono di sbarcarli nel nostro Paese.

Per lungo tempo l’Italia si è fatta carico da sola di salvare centinaia di migliaia di profughi dall’annegamento in mare. Per anni abbiamo realizzato e finanziato da soli l’operazione Mare nostrum, poi diventato Mare sicuro. Perché crediamo fermamente in una politica umanitaria di solidarietà e riteniamo che l`Europa non possa voltarsi dall`altra parte di fronte ad una tragedia umana di tali dimensioni.

Ma la nostra capacità di assorbimento è allo stremo. Abbiamo bisogno di maggiore solidarietà da parte degli altri paesi europei. E non solo a parole.” Lo dichiara Laura Garavini nel corso del suo keynote speech, tenuto all’iniziativa del gruppo Netzwerk Berlin dei Deputati SPD al Bundestag dal titolo: “Sicurezza e opportunità in tempi insicuri”

La Deputata PD ha aggiunto: “Con la nostra decisione mandiamo un segnale drastico a Bruxelles. Speriamo che tutti gli Stati membri si rendano finalmente disponibili ad una politica solidale nei confronti dei migranti.”

Roma, 30 giugno 2017