Notizie

Crollo delle infrazioni dell’Italia a norme UE

A gavel in court. With a European flag in the background.„Rispettare le regole, in Europa, conviene. Non solo per l’ammontare dei risparmi, ma anche per quanto ci si guadagna incredibilità e in spessore politico. Basta guardare agli effetti della riduzione delle procedure di infrazione dell’Italia in Europa. Un risultato importante, che ci consente di risparmiare oltre due miliardi di euro in appena tre anni e mezzo. E potenzia la credibilità del Sistema Paese, rendendo più facile ottenere riscontri politici alle nostre richieste. A partire dalla pretesa di chiudere i rubinetti europei a chi non rispetta gli impegni e si sottrae all’accoglienza solidale dei migranti. Richiesta italiana a cui la Commissione Europea sta dando seguito.

È l’effetto del dimezzamento delle procedure di infrazione, passate da 120 a 65 in neanche quattro anni. Un risultato imponente, frutto del lavoro dei nostri Governi Renzi e Gentiloni e dell’operato dei Gruppi parlamentari del PD di Camera e Senato. Una riduzione che ci allinea a Francia e Spagna, paesi nei quali, nello stesso periodo, le infrazioni nei confronti dell’Europa sono rimaste costanti e alla Germania, che ha visto invece un aumento delle procedure di infrazione“. Lo ha detto Laura Garavini.

Roma, 31 luglio 2017