La Vicecapogruppo vicaria annunciando in Senato l'astensione di Italia Viva
Roma, 20 gen. - " Stiamo assistendo ad una inedita modalità di produzione normativa. Un modo di procedere che non solo crea confusione tra i cittadini, a causa della sovrapposizione tra i diversi testi. Ma che viola le regole democratiche dei rapporti tra le fonti normative. Ed interviene in modo incongruo a limitare la libertà personale, tutelata espressamente in Costituzione". "Un doppio vulnus al ruolo del Parlamento, sempre più spettatore rispetto alla gestione emergenziale. Quando invece dovrebbe avere un ruolo più centrale. E non essere ridotto ad ancella rispetto a decisioni assunte in altre sedi. Che è un modo per dire che le regole democratiche non possono essere sospese per l'emergenza sanitaria". Lo dichiara la Senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, dichiarando l'astensione del gruppo sula conversione del decreto per l'emergenza sanitaria.

Roma, 19 gennaio - "In politica l'onestà intellettuale è merce rara. Lo dimostra il tentativo in corso di attribuirsi meriti altrui da parte di alcune forze politiche. Ultimo esempio questa mattina. Quando il senatore del gruppo Misto-Maie, Raffaele Fantetti, si è intestato una serie di risultati per gli italiani all’estero, a partire dalla reintroduzione dell'esonero Imu per i pensionati italiani all'estero rivendicandolo come fosse un risultato della propria componente politica. Peccato che non abbia mosso un dito per conseguirlo. Se si decise di sostenere, legittimamente, un esecutivo, bisognerebbe avere anche la coerenza di motivare questo appoggio con delle proprie istanze. Senza attribuirsi meriti altrui". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

 

 

La Vicecapogruppo vicaria intervenendo in aula in discussione generale sulla Legge di bilancio

Roma, 29 dic. – “Come Italia Viva, siamo orgogliosi di avere spinto per far approvare delle misure che sono, prima di tutto, provvedimenti di equità sociale, al tempo stesso capaci di favorire la ripresa. A partire dall’assegno unico per ogni figlio. E dai provvedimenti mirati per favorire l’occupazione femminile. Così come quella giovanile e al Sud. Sulla scia di quanto previsto a suo tempo con il Governo Renzi per ridurre il costo del lavoro e favorire nuove assunzioni. Per rilanciare il Paese non dobbiamo lasciare indietro nessuno. Per questo abbiamo voluto in legge di bilancio il congedo di paternità a dieci giorni. Il bonus bebè e il sostegno al rientro delle lavoratrici dopo il parto. E il Reddito di libertà. Sei milioni di euro per le donne vittime di violenza e in condizione di povertà”. Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente Commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in aula in discussione generale sulla Legge di bilancio.

Roma, 23 dic. – “L’esenzione Imu per i pensionati residenti all’estero è di nuovo realtà. Sarà per il 50% dell’importo. È stato appena approvato il nostro emendamento di Italia Viva che renderà possibile il ripristino dell’esenzione dell’IMU sulla prima casa posseduta in Italia da pensionati residenti all’estero, che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l’Italia. Per ora il costo dell’IMU che i connazionali dovranno pagare è dimezzato. Si tratta di un primo grande risultato, raggiunto dopo mesi di assiduo impegno personale e di confronto con esperti e con i funzionari del Ministero delle Finanze e dell’Unione Europea preposti proprio alla tassazione dei cittadini italiani e comunitari. Una formulazione studiata nei minimi dettagli, allo scopo di introdurre un sistema che non provochi una nuova misura di infrazione ed un nuovo stop da parte dell‘Unione Europea“.

Roma, 21 dic. – “Gli italiani nel mondo continuano ad essere una priorità dell’azione di Italia Viva al Governo. Non solo a parole. Ma nei fatti.“ Lo dichiara la Senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi. “Particolarmente significativo è il fatto che siamo riusciti ad ampliare la platea dei beneficiari della misura Controesodo. Un risultato del quale siamo orgogliosi. Perché siamo convinti vada recuperato il grande capitale umano che ogni anno perdiamo, a causa dell’incremento delle partenze di cervelli. Ma questi professionisti non rientrano e non rimangono se non li mettiamo nelle condizioni di poterlo fare. Ecco perché è molto positivo che si sia accolta la nostra richiesta di estendere ai lavoratori altamente qualificati rientrati in Italia prima del 2020 e già iscritti all’Aire , le misure fiscali di incentivo al radicamento permanente entrate in vigore il primo gennaio 2020.  Vale a dire che ne potranno usufruire anche coloro che sono rientrati prima del gennaio del 2020 e saranno così chiamati a versare un contributo del 10 per cento o del 5 per cento del reddito imponibile a seconda del numero di figli. In questo modo si sana una discrepanza denunciata in più occasioni dai nostri connazionali”.

Roma, 21 dic. “Sono vicina ai nostri italiani in UK e ai loro famigliari in Italia. Connazionali che attendevano da tempo il Natale per riavvicinarsi ai propri cari. E che sono rimasti bloccati inaspettatamente, a causa delle ulteriori misure restrittive adottate, nel tentativo di arginare la diffusione di una nuova variante del coronavirus. Capisco bene la difficoltà di trascorrere le feste lontani e preoccupati per la salute dei propri affetti. Allo stesso tempo, non posso che rivolgere un invito alla prudenza e al senso di responsabilità. Il rischio di contagio per i cittadini provenienti dalla Gran Bretagna è attualmente accresciuto. Ecco che siamo chiamati a rinunciare ad incontrare i nostri cari oggi. Per poterli riabbracciare in maggiore sicurezza domani. Senza lasciarci scoraggiare.” Lo dichiara la Senatrice Laura Garavini, Vicepresidente Commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi che aggiunge:

La vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi intervenendo in Senato sulla mozione del gruppo

Roma, 16 dic. - "Diciamo grazie agli italiani, invece di sgridarli. Se abbiamo ridotto il numero di contagi e di morti lo dobbiamo ai tanti che si sono attenuti alle regole. Ora vanno evitati cambi repentini e decisioni estemporanee. Dettate dalle immagini tv di piazze piene. Che cosa avremmo dovuto aspettarci? Abbiamo detto "Chiudiamo in autunno per salvare il Natale". Ed è stata la via giusta, perché l‘indice di contagiosità RT su base nazionale, a differenza di altri paesi, è sceso sotto la soglia critica dell'1. Gli italiani sono già abbastanza provati. Non hanno bisogno di scelte che cambiano in continuazione. Come Italia Viva siamo per riaprire. In sicurezza. Se invece la maggioranza dovesse preferire adottare delle misure più restrittive ne prenderemo atto. Ma a patto che siano stabilite sulla base di dati scientifici. Senza decisioni contraddittorie, legate agli umori del momento. Fornendo elementi certi in via preventiva ai cittadini, ai lavoratori e alle imprese, così che si possano organizzare per tempo. E offrendo ristori ambiziosi. Guardando, in questo caso, a quanto accade nel resto d'Europa e in Germania, dove le attività colpite da serrata potranno chiedere fino a mezzo milione di euro di contributi". Lo dichiara La Senatrice Laura Garavini, Vicepresidente vicaria Gruppo Italia Viva-Psi, intervenendo in aula in dichiarazione sulla mozione del gruppo.

La Vicepresidente commissione Esteri incontrando la Presidente del Senato

Roma, 15 dic. – “È meritevole l’impegno che il Comites di Zurigo ha profuso sul tema dell'Imu per i connazionali Aire. Attraverso una raccolta firme importante, che in piena pandemia è riuscita a coinvolgere centinaia di residenti italiani in Svizzera. Ho consegnato personalmente queste firme alla presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati. Con l’obiettivo di sensibilizzare il Parlamento sulla reintroduzione dell’esenzione per quegli italiani che, pur vivendo in un altro Paese, mantengono vivo il legame con il nostro Paese e possiedono ancora qui il loro immobile. Si tratta di una misura della quale gioverebbe l’intero Paese, perché permetterebbe di coltivare quel circuito virtuoso anche dal punto di vista economico e turistico che gli italiani all’estero innescano nei confronti del loro Comune di origine”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicario Italia Viva-Psi.

Lunedì 14 dicembre 2020 dalle ore 16.00 alle 17.30, in diretta dalla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani su webtv.senato.it

Roma, 9 dic. - "Italia e Germania celebrano 70 anni di relazioni diplomatiche e 65 dagli accordi bilaterali per il reclutamento di lavoratori. L'intesa grazie alla quale tanti nostri connazionali andarono a lavorare nel territorio tedesco. Trovando lì occasioni lavorative che, in quel determinato periodo storico, ancora mancavano nel nostro Paese. Proprio quegli accordi sono ancora oggi l'emblema del rapporto di fiducia e stima reciproca che intercorre tra Italia e Germania. Rapporto che è cresciuto nel tempo. Testimoniato ancora una volta dall’aiuto concreto fornito durante la pandemia. Quando il popolo tedesco ha accolto i nostri pazienti nei suoi ospedali".

Lunedì 14 dicembre, alle ore 19:00, ‘Europa chiama America. Il dialogo tra le due potenze alla luce delle elezioni Usa’

Roma, 10 dic. - "In un momento in cui spinte estremiste vorrebbero ricostruire muri e divisioni nazionalistiche, è importante difendere le conquiste del mondo attuale. L'assenza di confini, il dialogo tra i popoli, la conoscenza reciproca. Scambio culturale e stabilità internazionale vanno di pari passo. Per questo, come coordinatori del Cantiere Esteri di Italia Viva, abbiamo deciso di lanciare uno spazio di approfondimento dedicato all’attualità internazionale ‘Spazio Mondo’”. Lo dichiara la Senatrice Laura Garavini, Responsabile Cantiere Esteri Italia Viva, promotrice di un ciclo di dibattiti insieme al collega Mauro Marino, in diretta sulla pagina Facebook @LauraGaravini. “Il primo incontro ‘Europa chiama America. Il dialogo tra le due potenze alla luce delle elezioni Usa’ sarà dedicato a ciò che sta accadendo oltreoceano. Ne discuteremo lunedì 14 dicembre, alle ore 19:00, con il Sottosegretario agli Esteri Ivan Scalfarotto e il giornalista e scrittore Roberto Brunelli” conclude Garavini.

La Senatrice intervenendo in aula in replica al presidente Conte

Roma, 9 dic. - "Il voto di oggi non è sul Mes ma sulla credibilità dell'intero paese. Dall'Europa arrivano aiuti pari a dieci finanziarie. E noi, invece, mettiamo in dubbio il fatto di poter mantenere fede agli impegni presi con quella stessa Unione che ci viene in soccorso con 82 miliardi di euro a fondo perduto e 127 miliardi di euro in prestito". Lo dichiara la Senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in aula in replica al presidente Conte. Opporsi alla riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità sarebbe autolesionista. Ed è populista continuare a rallentare un percorso che invece è utile agli italiani. Perché i cambiamenti apportati al Mes ne migliorano l’efficacia. A partire da ciò che viene introdotto in caso di crisi bancarie, utile alla stessa Italia. Perché l’ónere di far fronte ad eventuali problemi finanziari delle banche viene coperto con risorse europee. Non viene lasciato ai singoli Stati. Con il voto di oggi scegliamo se essere un paese affidabile. O un Paese di parolai. Noi, come Italia Viva, non abbiamo dubbi. Da profondi europeisti Scegliamo la credibilità".

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks