Laura Garavini alla giudice Büdenbender, moglie del Presidente Steinmeier, audita in Antimafia

Roma, 20 set. - "La creazione di un FBI europeo, in questa fase, è prematura. Bisogna invece potenziare gli ottimi strumenti di cui l'Unione Europea si è già dotata, in campo giudiziario: Eurojust, la Procura Europea, Europol. Bisogna dotarli delle necessarie risorse, umane ed economiche, spronando i singoli Stati a favorirne il lavoro e la collaborazione. Non è ammissibile che per la costituzione di una Squadra Investigativa Comune servano sei mesi di tempo perchè le autorità giudiziarie di singoli Paesi coinvolti non ne danno l'autorizzazione. Come pure è inaccettabile che la risposta ad una rogatoria internazionale rimanga inevasa per mesi. Magari a causa della carente volontà di uno scambio di dati".

Roma, 20 set. - "Buona notizia dal Governo per il comparto Difesa. Il Consiglio dei Ministri di ieri ha approvato, con decreto legge, l'incremento delle ore di straordinario compensabili a favore del personale militare impiegato in servizio di concorso all'ordine pubblico nell'ambito dell'Operazione Strade Sicure. Inoltre ha deciso che il percorso normativo sul riordino di ruoli e carriere sarà concluso entro il termine prestabilito del 30 settembre. Il cambio di esecutivo segna una rinnovata attenzione nei confronti delle Forze armate e delle Forze di polizia. Un buon inizio per tutto il personale che opera nella difesa italiana". È quanto dichiara la Senatrice di Italia Viva Laura Garavini.

Roma, 19 set - "E' stata una decisione sofferta, ma chiara. Ho scelto di essere tra i fondatori della nuova forza politica guidata da Matteo Renzi. Perché ritengo che una nuova casa - non contro, ma al fianco del PD - possa essere più utile agli italiani nel mondo. Non rinnego il Pd. Questi anni con i democratici sono stati per me un'esperienza straordinaria. Ma le scelte che ha assunto negli ultimi mesi rispetto alle collettività che io rappresento mi hanno portato a compiere questo passo. Non è accettabile che, nonostante i numerosi appelli della base, la responsabilità per gli italiani all’estero rimanga nelle mani di una forza politica che nell‘ultimo anno ha fatto male alle nostra comunità. Continuerò il mio impegno e sono convinta che gli italiani nel mondo possano trovare una buona rappresentanza nella nuova formazione politica che ho deciso di sostenere".

Roma, 10 sett. - "Riformista, solidale ed europeista. Il nuovo Governo non può che ispirarsi a questi valori. Così da essere duraturo e marcare la differenza con l'isolamento nel quale le destre hanno provato a trascinare il Paese. L'esecutivo che nasce oggi è chiamato a invertire la rotta sull'economia e sui diritti. E anche sulle politiche per gli italiani nel mondo. È positivo che nel suo discorso il premier Conte abbia toccato temi centrali, cruciali per noi democratici. Come il diritto al lavoro, l'accesso alla scolarizzazione, l'ambiente e la digitalizzazione. Di buon auspicio anche il richiamo ai tanti italiani all'estero, giovani e meno giovani. E la sottolineatura di come un lavoro dignitoso sia la chiave di svolta per sostenere il loro rientro. Ora è tempo di passare dalle parole ai fatti. Avviando quelle riforme giuste per l'Italia, incardinate nel quadro di un più generale equilibrio europeo.

Roma, 5 sett. – “Buon lavoro alle ministre ed ai ministri del nuovo Governo. Con il giuramento appena svolto si chiude il momento della programmazione e si apre quello del lavoro. Il Partito Democratico contribuiscono al nuovo esecutivo con figure di alta competenza. Pronti a mettersi all’opera per le riforme necessarie all’economia e all’equità sociale. Dalla promozione di lavoro e sviluppo alle misure per l‘ambiente. E la candidatura di Paolo Gentiloni a commissario dell’Unione Europea si inserisce in questo percorso di recupero dell’autorevolezza italiana nel mondo”.

Roma, 4 sett. – “Le grandi sfide di oggi e del futuro sono risolvibili solo se non si agisce da soli. I cambiamenti climatici, i grandi flussi migratori, le questioni della sicurezza e della difesa. E molti altri temi ancora. Non é immaginabile pensare di sconfiggere queste grandi questioni nel piccolo chiuso di uno Stato nazionale. Ecco perchè è fondamentale intervenire a livello europeo. Promuovendo un’Europa più solidale, più aperta, più equa”.

La Senatrice: "Il peggior esecutivo di sempre per gli italiani nel mondo. Solo tagli e privazioni"

Roma, 9 ago. - "La maggioranza gialloverde è tanto spavalda sui social e sulle spiagge quanto codarda davanti alle responsabilità. Fingono una crisi interna, ma in realtà scappano di fronte alla manovra finanziaria. Prima hanno sperperato tutte le risorse che avevamo stanziato con i nostri Governi Pd, con le misure antievasione e lasciando i conti in ordine. Poi, di fronte alla responsabilità di una manovra lacrime e sangue, gettano la spugna". È quanto dichiara la Senatrice Pd Laura Garavini, Vicepresidente Commissione Difesa.

Roma, 8 ago. - "Le regole europee ci sono. E gli organismi internazionali pure. Ma i singoli Stati non le attuano. Preoccupano i dati diffusi dalla Commissione Ue. Che ci parlano di oltre 200 miliardi di euro l'anno legati al riciclaggio di denaro sporco, in Europa. Gran parte dei quali provenienti da settori tradizionalmente rischiosi come il gioco d'azzardo e i money transfer". Lo dichiara la Senatrice Pd Laura Garavini, componente della commissione Antimafia. "Casi di riciclaggio resi possibili dal fatto che le stesse banche talvolta non rispettano i requisiti antiriciclaggio. Comportamenti di questo tipo alimentano il diffondersi di una zona grigia. Che va invece debellata, attuando quelle normative comunitarie pensate apposta per contrastare il riciclaggio di denaro sporco nei Paesi aderenti. E dotando Eurojust, l'organismo europeo deputato al contrasto al crimine organizzato, di risorse umane ed economiche maggiori".

La Senatrice presenziando alle commemorazioni ufficiali in Belgio

Roma, 8 ago. - "A oltre sessant'anni di distanza, la tragedia di Marcinelle ha ancora molto da insegnarci. A partire dal rispetto verso quanti, allora come oggi, sono costretti da situazioni economiche avverse a cercare la propria strada in un altro Paese, accettando qualsiasi condizione. Quando accaduto l'8 agosto del 1956, con la tragica scomparsa di 262 minatori dei quali 136 italiani, è un monito per i tempi attuali. E ci ricorda che, non molto tempo fa, eravamo noi quelli che partivano in condizioni disperate. Proprio come chi si presenta oggi sulle nostre coste". È quanto dichiara la Senatrice PD Laura Garavini presenziando alla cerimonia per la commemorazione ufficiale della tragedia di Marcinelle in Belgio.

Roma, 7 ago. - "La Lega vota in un modo. Ed i 5 stelle all'incontrario. Sulla TAV. Oggi al Senato. In condizioni politiche normali il Presidente del Consiglio aprirebbe una crisi di Governo, consapevole del fatto che non ci sono più le condizioni per una alleanza. Da noi invece, purtroppo, sta semplicemente andando in onda l'ennesima sceneggiata. I 5stelle infatti si sono inventati una mozione sulla linea ferroviaria Tav Torino-Lione per salvare la faccia rispetto al cambio di posizione annunciato qualche settimana fa dal premier Conte. Dopo avere sempre fatto del NO Tav un proprio cavallo di battaglia, all'improvviso hanno cambiato idea, piegandosi al volere della Lega".

Roma, 7 ago. - "Ancora una volta le esigenze di parte al di sopra dei valori istituzionali. Per il secondo anno consecutivo la Presidente del Senato affida i suoi saluti istituzionali per la commemorazione di Marcinelle ad un suo compagno di partito. Non solo la seconda carica dello Stato non si presenta per rendere omaggio ai nostri lavoratori italiani all'estero caduti sul posto di lavoro. Ma viene meno al suo ruolo di garante, delegando nuovamente un parlamentare amico. La tragedia del Bois du Cazier dovrebbe essere bipartisan e al di sopra di qualsiasi faziosità politica. Proprio per rispetto alla memoria delle vittime. È triste dover constatare che perfino questa ricorrenza venga sfruttata per tornaconto politico". È quanto dichiara la Senatrice Pd Laura Garavini, a Marcinelle per le commemorazioni della tragedia dell'8 agosto 1956.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks