Roma, 2 ott. - "Sono solidale a livello personale con Mimmo Lucano, che ho visto spendersi per costruire un paese accogliente e solidale. Da quello che si può ricostruire dalle notizie emerse finora già la valutazione del GIP ha fortemente ridimensionato le accuse che gli venivano contestate in un primo momento: restringendo l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina ad un solo episodio di tutela di una donna in fuga dalla Nigeria". "Desta un po' di sorpresa la misura degli arresti domiciliari a distanza di un anno dal primo interrogatorio: esistono modalità diverse dall'arresto per evitare che atti amministrativi vengano ripetuti, se questo è l'obiettivo dell'arresto".

"È evidente dalle notizie diffuse che comunque, in nessun momento, a Mimmo Lucano viene contestato di essersi preso un solo euro per proprio tornaconto: per questo il Ministro Salvini magari dovrebbe mandare i tesorieri del suo partito a lezione da lui, invece di esultare". È quanto dichiara la Senatrice PD Laura Garavini, Vicepresidente Commissione Difesa.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks