Roma, 24 apr. - "La libertà non può e non deve essere un concetto scontato. Le precedenti generazioni potevano dire di non sapere a quali conseguenze avrebbe portato l'atteggiamento autoritario di determinante forze politiche europee. Ma noi no. Noi, oggi, non abbiamo questa scusante. Noi sappiamo bene dove conduce la strada delle divisioni e dell'intolleranza".

"Il valore della memoria storica risiede nella capacità di tramandare i principi che hanno portato prima alla Resistenza e poi alla nascita dell'Italia repubblicana. Mettendo al tempo steso in guardia contro alcune suggestioni antidemocratiche". 

"La guerra e i totalitarismi hanno devastato il continente europeo. Che però ha saputo risorgere e diventare ancora più forte. Ben più unito di quanto non lo fosse stato nella sua storia precedente. Il 25 aprile è la festa di tutti noi. Delle persone libere. Delle persone democratiche. Delle persone che amano l'Italia e l'Europa". È quanto dichiara la Senatrice PD Laura Garavini, Vicepresidente Commissione Difesa. 

 

 

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks