Roma, 12 giu. "Evidentemente il Ministro dell'Interno Salvini è convinto di poter combattere la mafia con l'omeopatia: così lui e la Lega hanno aperto le porte del partito e del Governo a chi ha avuto rapporti con imprenditori ritenuti fiancheggiatori e riciclatori del principale ricercato tra i boss di Cosa Nostra, Matteo Messina Denaro. Salvini e Giorgetti non possono fare finta di niente e guardare da un'altra parte, devono spiegare come mai abbiano riposto così tanta fiducia nella famiglia Arata, al punto da affidargli incarichi nel partito ed a Palazzo Chigi. Vorrei poi sapere cosa pensa il Movimento 5 Stelle di tutti questi rapporti e se il Presidente della Commissione Antimafia, Nicola Morra, abbia finalmente deciso quando sentiremo il Ministro dell'Interno Salvini". Lo dichiara la senatrice PD Laura Garavini, componente della Commissione Antimafia.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks