Roma, 5 feb. - "I dati Eurispes sugli italiani che non credono alla Shoah sono un allarme che non possiamo sottovalutare. Anche per questo il Parlamento deve votare in modo unanime. Senza distinguo. Ma lanciando, invece, un messaggio chiaro: oggi c'è bisogno di memoria. Oggi più che mai c'è bisogno di mettere i nostri giovani a confronto con quei testimoni che, con la sofferenza che costa loro il ricordo, ci possono ancora spiegare quanto quei fatti vadano evitati. E quanto le istituzioni debbano ancora lavorare affinché ciò che è accaduto non si ripeta". È quanto ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente vicaria Italia Viva, intervenendo in aula per la discussione sulle mozioni per i viaggi della memoria.

 

 

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks