Roma, 23 mar. – “Il lavoro del personale medico-sanitario rappresenta l’argine all'espandersi del contagio. È fondamentale salvaguardare il loro operato, dotandoli di mascherine e di tutti i supporti idonei a garantirne la sicurezza. Mascherine e guanti devono essere messi a disposizione anche  delle Forze Armate e di tutti quei lavoratori che operano a contatto con il pubblico per garantire i servizi pubblici essenziali, dal personale alle casse nei supermercati agli operatori degli istituti bancari. È un obbligo nei confronti dell’intera collettività, affinché queste categorie possano continuare a prestare il loro servizio. Ed è un dovere etico verso queste persone che svolgono un ruolo prezioso e non possono pagare con la propria salute”.

“Tutte le associazioni di categoria medico ospedaliere concordano nel denunciare una dotazione non adeguata di dispositivi di sicurezza e nel chiedere una maggiore protezione individuale. Undici medici morti dall’inizio dell’epidemia e venti ricoverati in terapia intensiva sono troppi. Questi numeri ci dicono che è urgente un cambio di rotta”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Presidente commissione Difesa e Vicepresidente vicaria gruppo Italia Viva-Psi.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks