Roma, 28 lug. - "Da Mattarella e Steinmeier parole non scontate. In un momento nel quale si tende a guardare alla dimensione globale, è importante riscoprire il valore dei gemellaggi tra enti territoriali come leva per il dialogo tra i popoli, principio fondante dell'Unione Europea". Lo dichiara la Senatrice Laura Garavini, Presidente Commissione Difesa e Vicepresidente vicaria gruppo Italia Viva-Psi. "Se ne è avuta ulteriore dimostrazione durante la recente emergenza Covid. Con la mobilitazione di numerosi comuni tedeschi che si sono attivati con iniziative di solidarietà a favore delle comunità italiane a loro gemellate. Ad esempio Seesen, cittadina della Bassa Sassonia, che ha donato alla comunità con la quale è gemellata da anni, Montecorvino Rovella, alcune migliaia di euro per la distribuzione di pacchi alimentari alle famiglie in difficoltà. Oppure la città di Darmstadt, che ha messo a disposizione di Brescia, sua città gemellata quattro posti di terapia intensiva, oltre che forniture di mascherine e materiale medico. Oppure la città di Ravensburg, che si è a sua volta resa disponibile ad accogliere pazienti dalla città di Tivoli, con lei gemellata da decenni“.

"Sono solo alcuni esempi di come l'amicizia tra Comuni sia capace di generare occasioni di grande solidarietà e vero supporto. Con le loro parole il nostro Presidente Sergio Mattarella ed il Presidente della Repubblica Federale di Germania, Frank-Walter Steinmeier, confermano come l'amicizia tra i nostri due Paesi sia ispirata a valori di condivisione e solidarietà. E che la collaborazione italo tedesca, che si esplica anche attraverso l‘operato dei gemellaggi tra comuni, è centrale per avere un'Europa più forte".

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks