Roma, 23 nov. – “Le risorse del Recovery Fund sono fondamentali per la ripartenza. Eppure si stanno allontanando, a causa dell’atteggiamento dei Paesi di Visegrad. Contro il quale non abbiamo sentito proferire una sola parola di dissenso da parte dei loro amici Meloni e Salvini. I sovranisti italiani vanno a braccetto con chi fa il male del nostro Paese. E sono così essi stessi i primi nemici dell’Italia. Quando invece avremmo bisogno di una destra moderna. Liberale. Europeista. Così come accade nelle altre democrazie compiute”.

“Con un’opposizione equilibrata potremmo confrontarci per superare la crisi economica e sanitaria. Ecco perché sarebbe un bene se quell’unica parte moderata rimasta nel centrodestra decidesse di collaborare con la maggioranza sulla prossima legge di bilancio. Ed è positivo che siano su questa linea di pensiero anche i 5stelle. Gli stessi che, quando con il Patto del Nazareno decidemmo di scrivere tutti insieme le regole per la riforma costituzionale, gridarono all’inciucio. L’esperienza di Governo fa maturare e porta a chiamare le cose con il proprio nome. Sui singoli temi si può lavorare insieme, pur nel rispetto delle diverse posizioni politiche”. Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicario Italia Viva-Psi, intervenendo in collegamento con i comitati di Italia Viva Argentina.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks