Roma, 24 nov. - "Proprio negli stessi giorni in cui sensibilizziamo l'opinione pubblica contro la violenza sulle donne, Libero dà spazio ancora una volta alle parole di Vittorio Feltri. Per le quali esiste un solo aggettivo, disgustose. È inaccettabile che in una moderna democrazia esistano giornali che pubblichino frasi in cui si giustifica uno stupro e si trattano le donne come carne da macello. Le frasi apparse oggi e riferite a Genovese e al suo gesto criminale sono un insulto a tutte le vittime e una ferita per l'intera società. Questa non è libertà di stampa ma un'offesa alla dignità umana. Merita solo l’indignazione di donne, giornalisti, istituzioni". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks