Roma, 5 feb. - "Aumentano le mobilitazioni dei connazionali nel mondo. Che, nelle stesse ore in cui il Parlamento discute del taglio proposto agli eletti all'estero, fanno sentire la loro voce contraria. Non posso che esprimere tutto il mio sostegno ai tanti italiani che proprio in questo momento stanno manifestando davanti l'agenzia consolare di Wolfsburg, in Germania. La loro determinazione nel difendere i propri diritti è esemplificativa di quanto gli elettori siano consapevoli dell'importanza delle istituzioni. Questo presidio spontaneo si unisce alle altre proteste pacifiche messe in campo dai nostri connazionali. La drastica riduzione della rappresentanza estera, nelle intenzioni di questa maggioranza, viene avvertita come uno schiaffo da chi vive all'estero". È quanto dichiara la Senatrice PD Laura Garavini, Vicepresidente Commissione Difesa.  

Roma, 5 feb. - "Gli italiani nel mondo dicono no a chi vuole negare il loro diritto alla rappresentanza. Come Partito Democratico, ci uniamo all'appello lanciato dalla società civile contro il taglio dei parlamentari eletti all'estero. E ce ne facciamo portavoce nei confronti del Parlamento e della Commissione Affari Costituzionali, affinché non permetta si crei un grave vulnus. Con un livello di italiani all'estero in costante crescita da un lato. E un numero di parlamentari a rappresentarli totalmente esiguo e sbilanciato. Preoccupa che una riforma di questo tipo arrivi proprio da quella parte politica, 5stelle in particolare, che ha più volte definito le democrazie rappresentative superate". È quanto dichiara la Senatrice PD Laura Garavini, intervenendo in conferenza stampa al Senato insieme ai rappresentanti dell'appello 'Tuteliamo la voce e i diritti degli italiani nel mondo' al termine del loro incontro con la Commissione Affari Costituzionali.

 

Roma, 4 feb. - "Trasparenza ed efficienza. La tecnologia del blockchain garantisce due principi fondamentali per l'esercizio della democrazia. Per questo abbiamo scelto di applicarla al voto degli italiani nel mondo. Per metterlo in sicurezza. E assicurarne la reale efficacia. Le tecnologie devono porsi al servizio della democrazia. Non sostituirla. Come vorrebbero alcune forze politiche. Che teorizzano il superamento del Parlamento. Ma in realtà inseguono gli interessi economici della Casaleggio". È quanto dichiara la Senatrice PD Laura Garavini, Vicepresidente Commissione Difesa, intervenendo in conferenza stampa alla Camera dei Deputati per presentare il Summit Italia Blockchain.

Roma, 29 gen. - "l’ipotesi di una hard Brexit, cioè di una uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea senza che si sia stilato un accordo è sempre più plausibile. Paesi come la Francia e la Germania nelle settimane scorse si sono dotate di norme per potere eventualmente prevedere misure urgenti che aiutino a fare fronte una possibile situazione di no deal. Dall‘Italia invece nessun tipo di provvedimento. Nonostante gli oltre 600mila connazionali, residenti nel Regno Unito. Il Governo programmi possibili interventi da adottare in caso di necessità. Nel caso di un'uscita senza accordo, i nostri connazionali perderebbero lo status di cittadino comunitario e di conseguenza anche le attuali protezioni sociali e sanitarie. Sarebbero dunque obbligati a richiedere un permesso di soggiorno e di lavoro.

La Vicepresidente Commissione Difesa in Senato

Roma, 29 gen. - "Ancora un proclama in pieno stile campagna elettorale. Del tutto incuranti dei rischi a cui si espongono i nostri militari, attualmente impegnati in Afghanistan. L'annuncio della Ministra della Difesa Trenta, non concordato e bollato dallo stesso Governo come iniziativa personale, mette a rischio le nostre donne e uomini, lì in missione. È grave che la stessa Ministro alla Difesa, peraltro irrispettosa delle prerogative del Parlamento, metta a rischio la sicurezza dei nostri militari, pur di inseguire le logiche del suo partito".

Roma, 24 gen. - "Prorogate dall'attuale Governo per il 2019 le agevolazioni fiscali del "Bonus casa" introdotte dai Governi di centrosinistra negli anni passati. I proprietari di immobili in Italia, anche se residenti all'estero, possono quindi avviare le ristrutturazioni desiderate, potendo contare sui benefici fiscali previsti fino al 2018 e ora riconfermati dalla legge di Bilancio per il 2019. Si tratta del bonus ristrutturazioni, dell'ecobonus, del bonus verde, del bonus mobili e del sismabonus. Per il bonus ristrutturazioni è prevista la detrazione al 50% dall'Irpef dei costi sostenuti per gli interventi di ristrutturazione. La detrazione deve essere fruita in 10 quote annuali dello stesso importo ed è applicata a un costo massimo di 96.000 euro".

Roma, 23 gen. - "Abbiamo dovuto combattere per anni con i nostri Governi Renzi e Gentiloni per indurre l'Europa a farsi carico delle questioni migratorie. E adesso bastano poche dichiarazioni dissennate dell'attuale Governo per isolare l'Italia. E per compromettere l'unico grande progetto europeo di gestione dei flussi migratori. L'operazione Sophia è a favore dell'Italia e non contro il nostro paese. Non a caso si svolge sotto la nostra guida. Sophia è lo strumento con cui abbiamo portato l'Europa ad occuparsi di immigrazione, investendo fondi europei nel contrasto ai trafficanti di esseri umani e nel controllo delle frontiere. Senza di essa ci troveremmo nuovamente a dover affrontare da soli le partenze dal Nord Africa".

Roma, 22 gen. - "Sei andato all'estero e vuoi rientrare? Arrangiati, peggio per te. È la filosofia di questo Governo. L'alleanza tra leghisti e cinquestelle continua a creare danni alle nostre comunità nel mondo. Che non solo saranno private delle risorse a suo tempo stanziate dai Governi PD e non rifinanziate. Ma oggi si vedono negare anche la possibilità di accedere alle misure di sostegno al ricollocamento lavorativo. A causa del decreto sul Reddito di cittadinanza. Che, imponendo il vincolo di due anni di residenza continuativa, taglia fuori tutti i nostri connazionali all'estero".

Roma, 22 gen. - "Che questo Governo avesse scarsa attenzione per le realtà delle migrazioni ce ne eravamo già accorti e lo avevamo denunciato a più riprese. Il Decreto sul Reddito e sulle Pensioni di cittadinanza appena approvato dal Consiglio dei Ministri non solo rafforza la nostra convinzione, ma dimostra una totale insensibilità e ottusità politica nei confronti delle nostre collettività all’estero. L’esempio più eclatante è il vincolo - dei 10 anni di residenza di cui gli ultimi due continuativi al momento della presentazione della domanda - necessario per ottenere il reddito e la pensione di cittadinanza. Si tratta di un requisito che esclude dai benefici previsti tutti i nostri emigrati, sia se risiedano all’estero sia se intendano tornare in Italia.

Roma, 18 gen. - " È significativo il riconoscimento del Presidente della Repubblica alle nostre comunità in Germania. Sia perché, con le sue parole, Mattarella ha ricordato come gli italiani all'estero siano veri e propri ambasciatori del nostro Paese. Sia perché con la loro presenza i nostri connazionali si fanno reali portavoce dell'amicizia tra i nostri due Paesi ". È quanto dichiara la Senatrice PD Laura Garavini, presente oggi all'incontro di Sergio Mattarella presso l'ambasciata italiana di Berlino. "Le parole pronunciate oggi da Mattarella riconoscono la giusta dignità a una comunità centrale come quella dei connazionali in Germania - aggiunge la Senatrice - una comunitá che rappresenta un tassello importante nei consolidati rapporti di amicizia tra Italia e Germania, anche in tempi burrascosi come quelli attuali".

La Senatrice, eletta nella ripartizione Europa, a sostegno della petizione lanciata da eccellenze italiane all'estero

Roma, 17 gen. - "La società civile si schiera contro la riduzione dei diritti degli italiani nel mondo. L'appello al Governo dimostra che gli elettori credono nelle istituzioni e nella rappresentanza parlamentare. Che non è possibile banalizzarla, tentando di ridurla a una mera questione di casta. Ancor di più quando si parla di una circoscrizione come quella estera, dove si vorrebbe ridurre il numero di eletti a fronte di un aumento dei connazionali che espatriano".

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks