Roma, 10 apr. - "I principali capitoli di spesa legati agli italiani nel mondo con i nostri Governi PD avevano beneficiato di un incremento di risorse importante negli ultimi anni, in particolare grazie all'impegno di noi eletti all'estero del PD. Infatti, nel dialogo costante con i nostri esecutivi, eravamo riusciti ad ottenere investimenti significativi per lingua e cultura, per gli organi di rappresentanza. per le Camere di Commercio, per il made in Italy ed in generale, per tutte le questioni a noi inerenti. Oggi la situazione si è completamente ribaltata. E ci troviamo di fronte un Governo che su svariate materie ha deciso di tagliare o non rinnovare fondi da noi precedentemente stanziati. Ad esempio non ha rinnovato un milione di euro ai Comites, nè 400mila euro al Cgie. I gialloverdi impongono così delle riduzioni di spesa che stanno già impedendo il corretto funzionamento di questi organismi e rischiano di pregiudicarne il proseguio".

Roma, 10 apr. - "In Libia è in atto una pericolosissima escalation del conflitto in corso tra le forze del governo internazionalmente riconosciuto di Al-Serraji e quelle della coalizione che fa capo al Generale Haftar. È urgente dispiegare subito tutte la capacità politiche e diplomatiche disponibili, nei confronti degli attori locali, congiuntamente ai nostri alleati per scongiurare una definitiva destabilizzazione della Libia, che avrebbe ripercussioni immediate per l'Italia. Mentre al contrario il Governo sta temporeggiando su questioni importanti come le missioni internazionali. Il Presidente Conte riferisca al Senato sull'evolversi della situazione in Libia e le misure da adottare".

Roma, 3 apr. - "Le imposte locali aumentano. L'Imu e la Tasi, che molti nostri connazionali proprietari di immobili in Italia continuano a pagare, rincarano fino al 10%. Crescono anche le addizionali regionali e comunali sull'Irpef. Lo avevamo previsto e denunciato dopo l'approvazione della legge di stabilità per il 2019. È questo l'effetto della legge di Bilancio approvata dall'attuale governo gialloverde che ha riaperto la possibilità per i comuni di aumentare le aliquote dell'Imu, della Tasi e delle addizionali Irpef. (Possibilità che avevamo escluso per diversi anni, introducendo nel 2015 una clausola con il nostro governo di centrosinistra, che ne congelava gli effetti)".

Roma, 2 apr. - "Il nostro Paese non può continuare a non prendere decisioni sulla situazione in Venezuela. Le condizioni della popolazione sono molto gravi, le ingerenze straniere ci sono, in particolare della Russia. Come gruppo del Pd ci associamo alle richieste del presidente Casini, chiediamo che il governo Conte assuma una posizione chiara e si unisca alla risoluzione con cui il Parlamento europeo sostiene la necessità di nuove elezioni in Venezuela. Non è accettabile che il nostro Paese si isoli a livello internazionale, non solo perché questo isolamento nuoce al nostro Paese ma perché, vista la presenza massiccia di cittadini di origine italiana in Venezuela, può segnare ulteriori difficoltà per una popolazione già tanto provata". Lo ha detto in aula la senatrice del Pd Laura Garavini, vicepresidente della commissione Difesa.

La Senatrice a Düsseldorf, al convegno 'L'Europa è il nostro futuro'

Roma, 2 apr. - "L'elezione di Zuzana Caputova alla presidenza della Repubblica è un segnale importante, non solo per la Slovacchia ma per tutta l'Europa. I sovranisti antieuropeisti possono essere sconfitti. Funga da impulso e coraggio in vista delle prossime europee". Lo ha detto la Senatrice PD Laura Garavini intervenendo a Düsseldorf, in Germania, ospite dell'associazione Italo-tedesca Deutsche-Italienische-Gesellschaft. La Senatrice ha poi sottolineato l'importanza dell'Unione Europea per affrontare problemi globali sempre più complessi. "Abbiamo bisogno di una politica che non si fermi ai confini dei singoli paesi. Se agiamo a livello europeo siamo più forti e possiamo sostenere con maggiore successo le sfide del futuro. A partire dalla disoccupazione giovanile. Un tema di grande rilievo soprattutto nei paesi del Mediterraneo, che proprio nel confronto con gli altri stati dell'Unione possono individuare soluzioni condivise orientate al sostegno e al rilancio occupazionale".

La Senatrice intervenendo a Buenos Aires, ospite del Parlamento argentino come componente della Commissione Antimafia

Roma, 28 mar. - "La repressione non basta. Per sconfiggere la criminalità organizzata a livello internazionale è indispensabile il ruolo delle istituzioni. Il loro coordinamento. A qualsiasi livello e a prescindere dall'appartenenza politica". È quanto ha dichiarato la Senatrice PD Laura Garavini, componente della Commissione Antimafia, intervenendo presso il Parlamento argentino insieme ai magistrati della Direzione nazionale antimafia e al Procuratore Federico Cafiero de Raho.

Roma, 28 mar. - "I dati diffusi dal Centro studi di Confindustria, che attestano la stagnazione dell'Italia, non sono che l'ennesima conferma di una verità di fatto. Il Governo deve cambiare linea economica. Non lo dice solo l'opposizione. Lo confermano più fonti, internazionali e nazionali. Il Pil, l'indice che misura la crescita del Paese, è di nuovo con segno negativo. L'export è in caduta libera e gli ordinativi delle aziende italiane segnano un crollo estremamente preoccupante. Tutti Indicatori negativi che la maggioranza non può ostinarsi ad ignorare".

Roma, 27 mar. - "Con il voto dell‘Europarlamento sul copyright la libertà di pensiero vince contro i colossi del web. La decisione storica fa sì che anche i giganti della rete siano chiamati a rispettare la dignità dei lavoratori. Un grande risultato a cui hanno contribuito fattivamente gli europarlamentari del Partito Democratico. Mentre 5stelle e leghisti, che apparentemente si dicono contro le lobbies, ancora una volta si sono scoperti per ciò che realmente sono. Amici di quei potenti che fanno finta di attaccare. Se veramente avessero voluto tutelare i diritti dei cittadini europei contro i 'poteri forti', avrebbero votato a favore di questa riforma. Invece si sono schierati incomprensibilmente contro".

La Senatrice a Las Palmas alla riunione di coordinamento tra Ambasciata, consoli e rappresentanze

Roma, 19 mar. - "La Spagna si conferma una terra attrattiva per gli italiani. Che scelgono di trasferirsi qui in misura sempre maggiore. Anche per questo è importante prevedere strutture consolari di supporto ai tanti connazionali presenti. A cominciare dall'apertura di un terzo ufficio consolare. Che alle Canarie troverebbe la sua sede naturale. Qui vivono infatti oltre un quarto degli iscritti all'anagrafe di Madrid. Proprio in queste ore sto presentando un'interrogazione in merito". È quanto ha dichiarato la Senatrice PD Laura Garavini, presente a Las Palmas in occasione della riunione annuale di coordinamento tra Ambasciata, Consoli e rappresentanze.

Roma, 21 mar. - "La maggioranza Lega/5stelle sta continuando a spacciare il decreto sulla pensione di cittadinanza come se fosse un intervento sulle pensioni minime. Di fatto, invece, non le riguarda, tant`è che le pensioni minime non saranno toccate, e rimarranno invariate nel loro importo. La pensione di cittadinanza, lo spieghiamo di nuovo, è una integrazione al reddito familiare che prescinde dalla titolarità di una pensione. Verrà erogata - chissà come e chissà quando visto il caos organizzativo che impera - ad un numero molto limitato di aventi diritto (i requisiti richiesti sono la soglia di età di 67 anni e limiti reddituali molto contenuti)".

Roma, 20 mar. - "Gli italiani sono un popolo di europeisti convinti. Diciamolo a voce alta. Oggi esponiamo tutti alla nostra finestra una bandiera europea. Raccolgo l'appello lanciato da Romano Prodi e l'invito del segretario del Pd Nicola Zingaretti. Un piccolo grande gesto simbolico, nel primo giorno di primavera e in occasione di San Benedetto, patrono d’Europa. Ma soprattutto un segnale contro i sovranisti. Per dire loro che ci sentiamo tutti parte di un'unica, preziosa cultura comune. Quella europea. E che la loro vuota propaganda non ci impedirà di continuare a lavorare per costruire una federazione di Stati liberi, solidali e uguali nella diversità". È quanto dichiara la Senatrice PD Laura Garavini, Presidente dell'Intergruppo Federalista Europeo in Senato, Vicepresidente Commissione Difesa.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks