Roma, 16 ott. - "Italia totalmente assente. Non pervenuta. Nel dibattito sulla Brexit, così come sulle altre questioni europee urgenti, il nostro Paese dovrebbe giocare un ruolo centrale. E invece appare evidente che è isolato. E che se ne infischia degli oltre 700mila italiani che vivono nel Regno Unito. Lavoratori, studenti e cittadini comunitari per i quali andrebbero salvaguardati tutti i diritti".

"A Conte e al suo Governo manca la bussola sull'Europa. E non potrebbe essere altrimenti. Se i ministri non si presentano agli incontri di Bruxelles, se insultano l'Ue via Twitter, è ovvio che poi tornino a casa a mani vuote.

Roma, 11 ott. - Il Pd si conferma il partito degli italiani all'estero, e farà di tutto per difendere le risorse delle agevolazioni fiscali per il rientro dei cervelli introdotta otto anni fa: è stato ribadito nel corso della conferenza stampa 'Cervelli, cuore, braccia' organizzata alla Camera dal Deputato PD Massimo Ungaro alla presenza della Senatrice PD Laura Garavini, del vicepresidente della Camera Ettore Rosato, della Deputata PD Silvia Fregolent, a cui ha partecipato anche l'associazione 'Controesodo'.

Roma, 11 ott. - "Quelli che si proclamavano `grandi paladini della legalità` adesso che sono al Governo propongono leggi che favoriscono le mafie. Lo ha appena fatto il Ministro alle Infrastrutture Toninelli, con il Decreto Genova, volto alla ricostruzione del Ponte Morandi". "Dopo lunghi ritardi Toninelli, esponente dei 5 stelle, ha proposto un decreto che, tra i tanti difetti, non prevede nessuna misura volta ad evitare infiltrazioni della criminalità organizzata nei lavori. Un pericolo invece molto serio, come ha denunciato il Direttore dell'Agenzia anticorruzione, Raffaele Cantone".

Roma, 10 ott. - "Sappiamo che il Ministro Salvini, ed il suo numeroso staff, sono occupati a cercare tweet di pregiudicati per mafia da rilanciare, per cui non hanno il tempo di studiare le carte sulle mafie. Per questo lo aggiorniamo, e con lui il Ministro Toninelli, su cosa ha scritto la Direzione Antimafia e Antiterrorismo nell'ultima relazione disponibile a proposito della Liguria, quella regione dove il governo gialloverde vuole consentire di spendere miliardi di euro senza nessun controllo antimafia: "anche in regione Liguria, l’organizzazione calabrese ha adottato la medesima collaudata strategia volta ad acquisire il controllo di attività produttive, condizionare la libertà delle scelte della pubblica amministrazione nell'affidamento della costruzione di opere o nelle forniture di beni e servizi ed a piegarla alla individuazione di contraenti riconducibili direttamente a gruppi criminali o costretti o indotti ad avvalersi, successivamente, nella fase della esecuzione degli appalti, di imprese controllate o di fatto in mano a soggetti appartenenti o riconducibili a gruppi criminali".

Roma, 9 ott. - "Spariscono gli investimenti. Così come le risorse per le forze dell'ordine. Aumentano invece il deficit e il debito. Sono questi gli unici risultati della manovra ideata dal Governo con il chiaro intento di arrivare a uno scontro netto con l'Unione Europea. Pur di raggiungere il loro intento, i gialloverdi giocano sulla pelle dei cittadini. Mandando in fumo in poche ore i loro risparmi. Causando la perdita di credibilità dell'Italia. Facendo fuggire gli investitori internazionali. E che fine hanno fatto le risorse per le forze di polizia? Nel Def non compaiono voci di spesa né per le necessarie assunzioni, né per gli aumenti salariali".

Roma, 8 ott. - "Il ministro dell'Interno Matteo Salvini, senatore eletto in Calabria, ha rilanciato il video di Pietro Zucco, ex vicesindaco di Riace. Sappiamo finalmente chi ha ispirato la norma per la vendita all'asta dei beni confiscati inserita nel decreto sicurezza: lo stesso Pietro Zucco che piace così tanto al Ministro (ed ai suoi collaboratori). Zucco è coinvolto in più di un'inchiesta come prestanome di boss mafiosi. In particolare, la Procura di Reggio Calabria e la Guardia di Finanza lo accusano di aver consentito ad un boss di continuare a gestire la sua azienda confiscata tramite un banale meccanismo di affitto e scritture private e di essere stato il volto dietro cui si è nascosto il boss Cosimo Leuzzi, ora al 41 bis, per gestire alcune attività di ristorazione. Un vero modello da seguire e far conoscere a tutti i fan del Ministro dell'Interno. Chissà cosa ne pensano dalle parti del Movimento 5 Stelle delle "fake news" del loro compagno di Governo". Lo dichiara Laura Garavini, senatrice Pd, vicepresidente della Commissione Difesa.

 

Roma, 2 ott. - "L'Italia è di nuovo alla berlina dell'Europa. L'attuale Governo ci ha riportato sulle prime pagine di tutto il mondo, con titoli denigratori e sarcastici. E ora arriva anche la penosa figura fatta in occasione dell'Ecofin, con il Ministro all’economia, Tria, costretto a rientrare in Itlaia senza poter partecipare ai lavori degli omologhi europei. Con i nostri Governi Renzi e Gentiloni eravamo riusciti a riabilitare l'immagine dell'Italia all'estero. Sottoponendo questioni dirimenti all‘agenda dell‘Europa- come l’immigrazione, la questione Africa, la difesa europea - e proponendo soluzioni, riacquistando prestigio e peso. Adesso invece ci ritroviamo di nuovo derisi e considerati inattendibili".

Roma, 3 ott. - "Oggi è il giorno della memoria. Ma deve essere anche il giorno della consapevolezza. Il fenomeno migratorio non è arrestabile. Deve essere organizzato e regolato. Chi pensa di poterlo interrompere illude gli italiani. E promette anche qualcosa di ingiusto. È nostro dovere dare una speranza a chi parte in cerca di una vita migliore. Proprio come abbiamo fatto noi italiani in passato. E come continuiamo a fare ancora oggi. Il mio pensiero va alle 368 vittime di Lampedusa e a tutte le vite perse in mare. Il tragico aumento dei morti nel Canale Mediterraneo avvenuto negli ultimi mesi pesa sulle coscienze di tutti noi europei". È quanto dichiara la Senatrice PD Laura Garavini, Vicepresidente Commissione Difesa.

Roma, 2 ott. - "Sono solidale a livello personale con Mimmo Lucano, che ho visto spendersi per costruire un paese accogliente e solidale. Da quello che si può ricostruire dalle notizie emerse finora già la valutazione del GIP ha fortemente ridimensionato le accuse che gli venivano contestate in un primo momento: restringendo l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina ad un solo episodio di tutela di una donna in fuga dalla Nigeria". "Desta un po' di sorpresa la misura degli arresti domiciliari a distanza di un anno dal primo interrogatorio: esistono modalità diverse dall'arresto per evitare che atti amministrativi vengano ripetuti, se questo è l'obiettivo dell'arresto".

Roma, 2 ott. - "Ci troviamo di fronte ad una nuova maggioranza: Forza Italia è ormai di fatto al fianco di 5stelle e Lega.  Da quando Salvini è stato a cena ad Arcore, Forza Italia sostiene tutti i provvedimenti per i quali fino a qualche settimana fa votava contro. Lo si è visto in modo palese sul provvedimento Milleproroghe, sul quale a pochi giorni di distanza Forza Italia ha votato in modo diverso. E lo si è visto anche in Vigilanza RAI, dove solo con i voti di Forza Italia è stato votato Marcello Foa alla Presidenza Rai. Un giornalista filo-putiniano, noto per avere volgarmente offeso il Presidente Mattarella e per avere divulgato fake news".

Roma, 28 set. - "Uno dei problemi più avvertiti e sofferti tra le collettività italiane all’estero è quello degli indebiti pensionistici. Infatti, secondo stime ufficiali dell’Inps, su 380mila pensioni in convenzione erogate all’estero circa 100mila sono le pratiche di prestazioni indebite per un totale da recuperare di 270 milioni di euro, sia in Europa che nei Paesi extracomunitari. Si tratta ovviamente di una situazione di difficile decifrazione, che lascia molto perplessi visto che non può essere il dolo da parte dei pensionati debitori la causa degli indebiti".

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks