La Senatrice presentando la proposta dei parlamentari dem che per la prima volta in Italia fa ricorso al blockchain

Roma, 12 nov. - "Per la prima volta in Italia, la tecnologia del blockchain potrà essere applicata all'esercizio di un diritto. Quello del voto. Con questa riforma mettiamo finalmente in sicurezza il voto estero. Perché ne tuteliamo la trasparenza. Proteggendo al tempo stesso la segretezza. Il Partito Democratico è da sempre attento agli italiani nel mondo. Per questo motivo oggi più che mai sentiamo l'esigenza di difendere i nostri connazionali all'estero dal tentativo di soppressione della loro circoscrizione elettorale".

Roma, 13 nov. - "In Parlamento è iniziato l’esame del bilancio preventivo per il 2019 e del bilancio triennale 2019-2021. La proposta del governo è contestata dall’Europa, che denuncia l’aggravamento del deficit e le ipotesi irrealistiche di crescita, mette in fuga i capitali stranieri e spinge in alto lo spread, bruciando miliardi per il pagamento degli interessi, interrompe la ripresa degli investimenti che i precedenti governi avevano avviato, dopo l’uscita dalla crisi, e apre spazi insostenibili di assistenzialismo. Senza parlare della caccia allo straniero che trasuda da ogni angolo del provvedimento e che, migranti tra i migranti, ci ferisce nel profondo".

Roma, 6 nov. - "Il ruolo della donna nella società va sostenuto con misure concrete. E i regimi pensionistici possono essere un'opportunità per migliorare l'uguaglianza di genere. Per questo, insieme alla collega Schirò, abbiamo presentato in entrambe le Camere una proposta di legge affinché si riconosca la maternità ai fini pensionistici. Proponendo che alle madri vengano accreditati due anni di contribuzione figurativa per la nascita o l’adozione di un figlio. E un anno per la nascita o l’adozione di ogni figlio successivo al primo". "Si tratta di una misura semplice, ma efficace che riconoscerebbe finalmente la valenza sociale dei periodi dedicati alla cura dei figli. E ci porrebbe in linea con gli standard degli altri Paesi europei.

Roma, 8 nov. -"Il Governo faccia al più presto chiarezza circa l’entità dei tagli al bilancio della difesa.  Siamo dinanzi all’improvvisazione più dilettantesca. Da quanto comunicato a seguito di un recente Consiglio dei Ministri si trae l‘impressione che i tagli non siano concordati con la Difesa. La Ministra Trenta non sembra in grado di far capire ai sui alleati di Governo che la mancanza di un chiaro indirizzo strategico e il venir meno di una programmazione pluriennale ha effetti pesantissimi a livello operativo, industriale e internazionale". "Sembra che le nostre Forze armate vedrebbero ridotto il loro bilancio, non sulla base di una accurata e concordata revisione della spesa militare, ma a seconda di quanto necessario per il reddito di cittadinanza firmato M5s.

Roma, 7 nov. - "Più clandestini e meno integrazione. È il decreto 'insicurezza'. La chiusura degli sprar, l'unico modello ad oggi vincente in tema di accoglienza, avrà come sola conseguenza l'aumento di persone senza alcuno status né destinazione. Il testo votato oggi in Senato indebolisce colpevolmente la lotta alla mafia. Smontando uno degli strumenti cardine del contrasto alla criminalità organizzata, la confisca e vendita dei beni. E penalizza gli italiani nel mondo. Facendo decadere, con il voto di fiducia, i nostri emendamenti PD in favore dei connazionali che vivono all'estero".

Roma, 5 nov. – “Ci sono donne di origini italiane, in giro per il mondo, a cui è stata fatta un‘ingiustizia grande. Si è tolta loro la cittadinanza italiana, solo perchè si sono sposate con uno straniero. Gli è stata tolta in automatico, Senza che lo volessero. E la stessa ingiustizia è ricaduta sui loro discendenti. Che oggi sono italiani. Ma senza essere ricosciuti dallo Stato italiano. Un’ingiustizia che il Governo oggi ha la possibilità di sanare, accogliendo l’emendamento presentato dal Partito Democratico e largamente condiviso da tanti colleghi parlamentari di altri partiti. Un emendamento a costo zero per lo Stato. Ma di alto valore simbolico per gli italiani all’estero. Che potrebbe sanare una discriminazione che dura già da troppo tempo“. È quanto ha dichiarato la Senatrice PD Laura Garavini, intervendo nell’aula del Senato per la discussione in corso sul Dl Sicurezza. L'intervento è visibile cliccando qui.

Roma, 31 ott. - "Esprimo le mie vive congratulazioni alla nuova segreteria del PD Svizzera. In particolare al nuovo Segretario, Toni Ricciardi, al Presidente, Alessio Tacconi e al Tesoriere, Paolo De Simeis. A loro va il mio augurio di buon lavoro per un PD di sempre maggiore successo in Svizzera ed in Europa. In un periodo così drammaticamente segnato da una politica oscurantista e antieuropeista, è fondamentale poter contare su una rete di circoli democratici attivi su tutto il territorio svizzero ed europeo. Solo attraverso una diffusa mobilitazione della gente possiamo contrastare l'operato dell’attuale Governo, che punta a isolare l'Italia dal resto delle democrazie occidentali.

La Senatrice intervistata dall’emittente tedesca pubblica Deutsche Welle

Roma, 30 ott. - "Mi auguro che la situazione politica in Germania rimanga stabile e che la decisione della Cancelliera Merkel di lasciare la guida della CDU non metta a rischio la Grande Coalizione. Nell'instabilità politica, infatti, prosperano le forze nazionaliste, sovraniste ed antieuropeiste. Una grande coalizione non è l'opzione ideale. In certe occasioni, però, può essere la soluzione migliore, perchè può dare alla Germania e all'Europa la stabilità di cui ha bisogno, soprattutto in vista delle elezioni europee dell'anno prossimo. Le europee sono infatti un appuntamento elettorale di grande importanza, perché saranno determinanti per il futuro dell'Unione".

Roma, 30 ott. - "Il Governo sblocchi le risorse già stanziate con i nostri governi ed eviti che oltre duemila persone debbano pagare le conseguenza di questa politica dei no. L'immobilismo del Governo giallo verde danneggia l'economia e i lavoratori. È emblematico il caso di Piaggio Aerospace che, dopo aver profondamente rilanciato l‘azienda attraverso un nuovo piano industriale grazie ad investimenti stranieri, è oggi sull’orlo del fallimento. Una decisione drammatica, destinata a mettere in liquidazione 1300 dipendenti dell’azienda e ulteriori 700 lavoratori occupati nell'indotto".

Groß-Gerau, 26 ott. -  "L’integrazione è l’unica risposta valida all’immigrazione. I migranti rafforzano la nostra economia e ci arricchiscono culturalmente. Lo dimostra la storia dei lavoratori Italiani arrivati in Germania nel dopoguerra a seguito di accordi di reclutamento tra i due paesi. Sono stati molti giovani a partire con una sola valigia e la speranza di un futuro migliore. Sapevano quello che lasciavano dietro di loro, ciò che li stava aspettando nel nuovo paese". "Inizialmente per loro non fu facile. Tanti Italiani si sono dovuti confrontare con le difficoltà di una lingua e di una cultura diversa. Nonostante un difficile impatto iniziale, con il tempo hanno saputo integrarsi nel tessuto sociale.

Interrogazione al Ministero del Lavoro dei parlamentari PD

Roma, 19 ott. - "Il Governo intervenga per stipulare nuovi accordi bilaterali di sicurezza sociale. E per rinnovare quelli già in vigore". È quanto chiedono i parlamentari PD Laura Garavini, Angela Schirò, Massimo Ungaro, eletti nella circoscrizione Europa, in un'interrogazione a risposta scritta presentata al Ministero del Lavoro. Le convenzioni di sicurezza sociale garantiscono la parità di trattamento dei lavoratori che si spostano da un Paese all'altro, l'esportabilità delle prestazioni previdenziali e la totalizzazione dei contributi pensionistici. È quindi importante che il Governo agisca in questo campo, alla luce dell'aumento della mobilità internazionale, sia in uscita che in ingresso in Italia".

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks