La Senatrice intervenendo alla radio pubblica tedesca del Baden-Württenberg, SWR1

Roma, 14 nov. - "Lega e 5 stelle non esitano a mandare l'Italia in recessione pur di far finta di realizzare le loro promesse elettorali populistiche". L'ha detto la Senatrice PD Laura Garavini, intervenendo alla radio pubblica tedesca del Baden-Württenberg, SWR1. Per questo hanno inserito nella legge di bilancio una serie di regalie. Per il consenso di oggi il governo sacrifica il domani dei nostri giovani. Le politiche di assistenzialismo al sud e di tolleranza verso l'evasione al nord, non fanno che aumentare il debito e danneggiare l'economia. Sono molto preoccupanti anche gli attacchi di questo governo all'Unione Europea.

Roma, 14 nov. - "La Commissione Antimafia nella sua storia ha sempre cercato di tenere fuori dalla porta le divisioni politiche e le lottizzazioni: la nuova stagione del governo tra 5 Stelle e Lega la fa nascere in questa legislatura con un patto scellerato. Per garantire l'elezione al nuovo Presidente, i 5 stelle stringono un patto per eleggere negli altri 4 ruoli della Presidenza tutti parlamentari proveniente dalla stessa alleanza elettorale: due della Lega, uno di Forza Italia ed uno di Fratelli d'Italia. Non era mai successo che si chiudessero le porte della Presidenza ad una parte importante dell'opposizione. Neppure la presenza di Piero Grasso tra i componenti li ha fermati nella loro furia divoratrice di poltrone e democrazia".

Roma, 14 nov. - "L'Inps ha confermato le modalità di accertamento dell'esistenza in vita dei pensionati residenti all'estero. Tutti gli anni i pensionati che percepiscono anche una pensione italiana devono fare pervenire alla Citibank una dichiarazione con la quale attestano di essere vivi. La Citibank è l'istituto di credito incaricato del pagamento delle prestazioni pensionistiche all'estero. La dichiarazione deve essere inviata entro una certa data, in modo da non incorrere in ritardi o nella sospensione del pagamento della pensione stessa".

Roma, 12 nov. - "Quindici anni fa, l'attentato più grave ai danni dei contingenti italiani all'estero. L'Italia ha un grande debito nei confronti dei nostri diciannove uomini caduti a Nassirya. Persone valorose, che hanno pagato con la propria vita la loro dedizione al servizio del Paese e per la pace nel mondo. Alle loro famiglie va il sostegno e l'abbraccio ideale delle istituzioni. Non solo oggi, ma sempre". Chi ci ha attaccato voleva colpire il nostro spirito di pace e collaborazione. Quello con il quale l'Italia affronta e sostiene da sempre le sue missioni di pace nel mondo. Ma non ci è riuscito. Il tragico attentato di Nassirya non ha indebolito la determinazione del nostro Paese nel favorire il dialogo tra i popoli e la rinascita di quei territori ingiustamente colpiti da guerre e devastazioni".

La Senatrice presentando la proposta dei parlamentari dem che per la prima volta in Italia fa ricorso al blockchain

Roma, 12 nov. - "Per la prima volta in Italia, la tecnologia del blockchain potrà essere applicata all'esercizio di un diritto. Quello del voto. Con questa riforma mettiamo finalmente in sicurezza il voto estero. Perché ne tuteliamo la trasparenza. Proteggendo al tempo stesso la segretezza. Il Partito Democratico è da sempre attento agli italiani nel mondo. Per questo motivo oggi più che mai sentiamo l'esigenza di difendere i nostri connazionali all'estero dal tentativo di soppressione della loro circoscrizione elettorale".

Roma, 13 nov. - "In Parlamento è iniziato l’esame del bilancio preventivo per il 2019 e del bilancio triennale 2019-2021. La proposta del governo è contestata dall’Europa, che denuncia l’aggravamento del deficit e le ipotesi irrealistiche di crescita, mette in fuga i capitali stranieri e spinge in alto lo spread, bruciando miliardi per il pagamento degli interessi, interrompe la ripresa degli investimenti che i precedenti governi avevano avviato, dopo l’uscita dalla crisi, e apre spazi insostenibili di assistenzialismo. Senza parlare della caccia allo straniero che trasuda da ogni angolo del provvedimento e che, migranti tra i migranti, ci ferisce nel profondo".

Roma, 6 nov. - "Il ruolo della donna nella società va sostenuto con misure concrete. E i regimi pensionistici possono essere un'opportunità per migliorare l'uguaglianza di genere. Per questo, insieme alla collega Schirò, abbiamo presentato in entrambe le Camere una proposta di legge affinché si riconosca la maternità ai fini pensionistici. Proponendo che alle madri vengano accreditati due anni di contribuzione figurativa per la nascita o l’adozione di un figlio. E un anno per la nascita o l’adozione di ogni figlio successivo al primo". "Si tratta di una misura semplice, ma efficace che riconoscerebbe finalmente la valenza sociale dei periodi dedicati alla cura dei figli. E ci porrebbe in linea con gli standard degli altri Paesi europei.

Roma, 8 nov. -"Il Governo faccia al più presto chiarezza circa l’entità dei tagli al bilancio della difesa.  Siamo dinanzi all’improvvisazione più dilettantesca. Da quanto comunicato a seguito di un recente Consiglio dei Ministri si trae l‘impressione che i tagli non siano concordati con la Difesa. La Ministra Trenta non sembra in grado di far capire ai sui alleati di Governo che la mancanza di un chiaro indirizzo strategico e il venir meno di una programmazione pluriennale ha effetti pesantissimi a livello operativo, industriale e internazionale". "Sembra che le nostre Forze armate vedrebbero ridotto il loro bilancio, non sulla base di una accurata e concordata revisione della spesa militare, ma a seconda di quanto necessario per il reddito di cittadinanza firmato M5s.

Roma, 7 nov. - "Più clandestini e meno integrazione. È il decreto 'insicurezza'. La chiusura degli sprar, l'unico modello ad oggi vincente in tema di accoglienza, avrà come sola conseguenza l'aumento di persone senza alcuno status né destinazione. Il testo votato oggi in Senato indebolisce colpevolmente la lotta alla mafia. Smontando uno degli strumenti cardine del contrasto alla criminalità organizzata, la confisca e vendita dei beni. E penalizza gli italiani nel mondo. Facendo decadere, con il voto di fiducia, i nostri emendamenti PD in favore dei connazionali che vivono all'estero".

Roma, 5 nov. – “Ci sono donne di origini italiane, in giro per il mondo, a cui è stata fatta un‘ingiustizia grande. Si è tolta loro la cittadinanza italiana, solo perchè si sono sposate con uno straniero. Gli è stata tolta in automatico, Senza che lo volessero. E la stessa ingiustizia è ricaduta sui loro discendenti. Che oggi sono italiani. Ma senza essere ricosciuti dallo Stato italiano. Un’ingiustizia che il Governo oggi ha la possibilità di sanare, accogliendo l’emendamento presentato dal Partito Democratico e largamente condiviso da tanti colleghi parlamentari di altri partiti. Un emendamento a costo zero per lo Stato. Ma di alto valore simbolico per gli italiani all’estero. Che potrebbe sanare una discriminazione che dura già da troppo tempo“. È quanto ha dichiarato la Senatrice PD Laura Garavini, intervendo nell’aula del Senato per la discussione in corso sul Dl Sicurezza. L'intervento è visibile cliccando qui.

Roma, 31 ott. - "Esprimo le mie vive congratulazioni alla nuova segreteria del PD Svizzera. In particolare al nuovo Segretario, Toni Ricciardi, al Presidente, Alessio Tacconi e al Tesoriere, Paolo De Simeis. A loro va il mio augurio di buon lavoro per un PD di sempre maggiore successo in Svizzera ed in Europa. In un periodo così drammaticamente segnato da una politica oscurantista e antieuropeista, è fondamentale poter contare su una rete di circoli democratici attivi su tutto il territorio svizzero ed europeo. Solo attraverso una diffusa mobilitazione della gente possiamo contrastare l'operato dell’attuale Governo, che punta a isolare l'Italia dal resto delle democrazie occidentali.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks