Vuoi iscriverti alla newsletter?

La Newsletter di Laura Garavini

Visualizza questa email nel browser

 
 
 

Care democratiche e cari democratici in Europa,

 

dopo tre mesi di tira e molla, di voltafaccia imbarazzanti, di vergognosi insulti al Presidente Mattarella; dopo tre mesi di psicodrammi e di colpi di scena, alla fine Lega Nord e 5stelle si sono alleati e hanno costituito il Governo Conte. Che, prima ancora di insediarsi, ha già mandato in fumo 144 milioni di euro in soli tre giorni, attraverso l’aumento dello spread e il crollo delle borse provocati da inopportune dichiarazioni circa l‘intento di fare uscire l'Italia dall'euro. Ne ho parlato alla radio pubblica tedesca Deutschlandfunk (potete riascoltare cliccando qui), alla radio pubblica svizzera (potete riascoltare cliccando qui) e al TG Tagesthemen (potete vedere cliccando qui dal minuto 6.10). Questi alleati di governo sono irresponsabili. Il caos di questi giorni è soltanto un assaggio di ciò a cui l‘Italia e l‘Europa si dovranno abituare nei prossimi mesi. Giocano con il futuro dell‘Italia e dell‘Europa.

Europa, Europa ed ancora Europa
 
Vogliono portarci fuori dall'Europa? E noi rispondiamo puntando ancora più fermamente sull‘Unione Europea, un’UE che vogliamo rendere più giusta, più solidale e più forte. Perchè solo insieme all’Europa è pensabile di riuscire a superare la crisi, in cui ancora purtroppo ci troviamo. E allora mettiamo l'Europa al centro del nostro agire. Quella stessa Europa che, da oltre sessanta anni, garantisce pace, sviluppo e maggiori diritti. Dove i nostri figli sono cresciuti e viaggiano liberamente. Dove civiltà, cultura e progresso sono valori reali. Non li diamo per scontati. L’Europa va migliorata, resa più equa. Raccogliamo tutte le forze europeiste e repubblicane in Italia per dare nuove speranze al Paese. E per elaborare insieme dei progetti politici, per un Paese di crescita, più equa. Con un chiaro profilo europeista. Ne ho parlato in un mio articolo, uscito sull‘Huffington Post in questi giorni.
 
Viva L'Italia! Viva la Repubblica!
 
Settantadue anni fa gli italiani e - per la prima volta - le italiane votarono per la Repubblica. E, così facendo, scelsero di consegnare alle nuove generazioni i valori della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza. Festeggiando ogni anno la ricorrenza del 2 giugno non stiamo solamente celebrando un momento commemorativo del passato. Al contrario, stiamo rinnovando le ragioni del nostro stare insieme oggi. Ora più che mai, siamo tutti chiamati a difendere e sostenere gli ideali che hanno portato il nostro popolo a votare per l'Italia Repubblicana. Siamo realmente liberi, realmente democratici, quando ci impegniamo a rinnovare ogni momento la nostra fedeltà ai principi di pluralità, di sussidiarietà, di reciprocità. L'ho detto intervenendo a Zurigo, in occasione delle celebrazioni per la Festa della Repubblica
 
La legalità è donna...
 
Aumentano le donne che hanno il coraggio di ribellarsi alle mafie. Denunciando anche padri, fratelli, mariti. Il che rappresenta una novità e un importante segno di speranza. Perchè dimostra quanto la cultura della legalità possa smantellare concretamente metastasi arcaiche. Ne ho parlato all'università di Lipsia, intervenendo all’incontro ‘Donne e mafia’, organizzato da Nicole Rundo.
 
...e anche la cultura
 
Le donne, all’estero, sono protagoniste nella promozione culturale. Spesso promuovono eventi e rassegne in grado di mantenere unite le nostre comunità. Ne è un bell'esempio anche il Festival della Poesia Europea di Francoforte, dove sono intervenuta per dare il via alle iniziative promosse in Germania in occasione della rassegna 'Matera Cittá della cultura 2019'. Anche qui è una donna lo spirito propulsore: Marcella Continanza, un vulcano di idee e di relazioni umane, da anni impegnata a promuovere poeti ed artisti in Europa.
 
Con i circoli Pd Europa riuniti a Francoforte
 
Il Governo giallo verde che si sta delineando rischia di compromettere tutti i risultati che siamo riusciti a conseguire negli ultimi quattro anni attraverso le riforme che abbiamo faticosamente approvato. E soprattutto rischia di distruggere la cosa più preziosa che avevamo conseguito: lo standing positivo dell‘Italia nel mondo. Ciò che eravamo riusciti a raggiungere con il nostro buon governo, sconfiggendo politicamente Berlusconi, e ridando ossigeno alla crescita ed alla occupazione, rischia di essere totalmente spazzato via. Adesso credo che ci aspetti una fase molto difficile. Una fase nella quale siamo chiamati a fare opposizione. Una opposizione dura, ma sui contenuti. Una opposizione che denuncia le loro incoerenze e le loro incapacità. E che sviluppa dei progetti politici alternativi che possano dare nuova speranza al Paese. Ecco che il ruolo dei circoli PD ed il ruolo di tutti coloro che si identificano nel PD, sui territori, diventa ancora più importante. Anche in questa fase di opposizione. Lo ho detto intervenendo all'assemblea dei circoli PD a Francoforte.
 
Paese che vai, comunità che trovi
 
È sempre un piacere conoscere ed incontrare le nostre comunità. In queste settimane  in cui 5stelle e Lega ci hanno costretto al blocco del Parlamento, ne ho approfittato per realizzare diversi incontri. Sono stata a Bucarest, in Romania, per seguire i lavori della continentale europea del Cgie. Sono stata anche a Tirana, in Albania, dove mi sono confrontata con diversi medici e chirurghi, sulla opportunità di introdurre il reciproco riconoscimento di titoli di laurea e di specializzazione in discipline scientifiche. Poi mi sono recata a Zurigo, a Basilea, a San Gallo, in Lussemburgo. E poi a Berna. Sempre al fianco dei nostri connazionali, per ascoltare e confrontarsi. Grazie della calorosa accoglienza.
 
Mi preme dialogare con i miei elettori. Per questo, accanto alla newsletter, prevedo di organizzare delle dirette Facebook dal mio profilo Laura Garavini. In maniera tale da potere rispondere in tempo reale alle domande che vorrete pormi. A presto!
 
Roma, 1 giugno 2018
 

 
 
 
Copyright © 2018 Laura Garavini, Tutti i diritti riservati.
Ricevi questa email perché sei iscritto al servizio newsletter di Laura Garavini

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks