Notizie

La poesia come strumento contro la sofferenza

continanza“Grande apprezzamento per il ‘Festival della poesia europea di Francoforte’ ideato e curato da Marcella Continanza, giunto ormai alla sua decima edizione. Si conferma come un’importante manifestazione di respiro europeo e come un appuntamento stabile della vita culturale della città tedesca.

Ogni anno la Continanza ci arricchisce con la proposta di autori di talento e di grande spessore, come il giovane regista e poeta, presentato quest’anno, Cosimo Damiano Damato, autore di un pregevole documentario sulla esperienza della poetessa Alda Merini.

Il bel filmato del regista di origini pugliesi, Cosimo Damiano Damato, costituisce un’importante testimonianza di come l’espressione poetica possa costituire un riscatto dalla sofferenza: umana, identitaria, legata a stati depressivi dell’anima.” Lo ha detto Laura Garavini, che ha presenziato alla proiezione del documentario “Alda Merini – Una donna sul palcoscenico”, nell’ambito del Festival della poesia europea di Francoforte.

“La vita di Alda Merini è stata costellata da un continuo viavai, con degenze negli ospedali psichiatrici. Quelli precedenti alla riforma Basaglia, dove spesso venivano praticate “cure” inumane e degradanti. La Merini è riuscita a superare e ad elaborare queste esperienze di sofferenza anche e soprattutto grazie alla poesia, divenendo una delle maggiori poetesse italiane del Novecento. È un merito farne conoscere la profondità anche tra i nostri connazionali all’estero, tanti dei quali hanno sperimentato come la poesia possa aiutare a superare i forti turbamenti derivanti dall’esperienza migratoria.”

Roma, 8 maggio 2017