Notizie

Scuole all’estero: Italia più competitiva

cgie“La promozione del sistema Paese passa anche dall’insegnamento della nostra lingua nel mondo. Con il decreto legislativo sulla promozione della lingua e cultura italiana all’estero l’Italia ha più strumenti per formare un numero sempre maggiore di bambini e studenti nell’ambito del proprio sistema educativo nel mondo. Sono gli effetti del Decreto in applicazione della Buona Scuola, di cui sono stata io stessa relatrice in Commissione Esteri. Un provvedimento attraverso il quale aumenta il contingente di docenti di ruolo di cinquanta unità a partire dall’anno scolastico 2018/2019. Le modalità di reclutamento diventano più trasparenti, grazie al ripristino della graduatoria nazionale. Gli enti gestori vedono riconosciuto specificatamente il loro importante ruolo. Insomma: l’insegnamento dell’italiano all’estero, nelle sue diverse sfaccettature,diventa più competitivo, all’insegna del miglioramento dell’offerta, del merito e della trasparenza”. Così Laura Garavini, nel corso del suo intervento odierno al Consiglio Generale degli italiani all’estero, riunito alla Farnesina in plenaria.

Roma, 30 marzo 2017