La senatrice aprirà il seminario promosso dall’Ambasciata italiana ad Oslo in occasione della 'Giornata della ricerca italiana nel mondo' 

Roma, 15 apr. - "L'Italia è a un bivio. Può scegliere se tornare come era prima del Covid. O superare la pandemia trasformandosi in un Paese più moderno. Ecologico. Innovativo. La ricerca scientifica è la chiave per aprire la seconda porta. Perciò i nostri ricercatori italiani nel mondo sono centrali nella ripartenza post pandemica. Stiamo attraversando un momento critico. Ma che può rivelarsi occasione per riconoscere il ruolo delle nostre eccellenze all'estero. Stimolando anche scienziati, studiosi e docenti che intendono rientrare. Offrendo loro in Italia le opportunità che in passato hanno dovuto cercare all'estero". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri, che oggi in occasione della 'Giornata della ricerca italiana nel mondo' aprirà i lavori del seminario 'Essere ricercatori/ricercatrici italiani/e in Norvegia e in Islanda oggi. Esperienze, problemi e prospettive' promosso dall’Ambasciata italiana ad Oslo in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura.

La Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi intervenendo in dichiarazione di voto

Roma, 14 par. - "Conferire la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki non sarebbe solo un fatto simbolico. Ma uno strumento per dare più forza alle istituzioni italiane nella richiesta di rilascio di Zaki". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in dichiarazione di voto. "Con il voto di oggi mandiamo un messaggio di solidarietà a tutti coloro che sono trattenuti in carcere senza motivo. E chiediamo alle autorità egiziane di rispettare i diritti umani. In Egitto la libertà di pensiero viene troppo spesso repressa. Fino al giorno del suo arresto Patrick era un giovane senza confini. Esattamente come i tanti nostri ragazzi e ragazze che ogni anno partono per ampliare la propria conoscenza. Con il nostro voto chiediamo che Patrik possa tornare ad essere libero di imparare. Libero di scegliere come vivere la sua vita" ha concluso la senatrice.

La Vicepresidente commissione esteri in occasione dei 160 anni di relazioni diplomatiche

Roma, 13 apr. - "Libertà. Democrazia. Rispetto dei diritti civili e umani. Italia e Stati Uniti condividono principi fondamentali. Con un'amicizia profondamente radicata. Accresciuta anche attraverso le nostre comunità italiane perfettamente integrate in America. Oggi celebriamo 160 anni di relazioni tra Italia e Usa. Uno scambio da rinnovare con forza, nel passaggio epocale che stiamo attraversando". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Roma, 12 apr. - "Auguri di buon lavoro a Maria Chiara Carozza, prima donna presidente del Cnr. È particolarmente significativo che questa nomina avvenga in un momento di rilancio e rinnovamento del Paese tutto. Una fase storica nella quale la ricerca ha un ruolo cruciale. Maria Chiara Carozza è stata la rettrice più giovane d'Italia e si è sempre contraddistinta per l'attenzione alla formazione accademica e alla ricerca come volano di sviluppo sociale ed economico. Stimata in Italia e all'estero, la sua nomina è un bel momento per l'affermazione femminile nel campo scientifico". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della commissione Esteri.

Roma, 12 apr. – "Il contenimento del virus non dovrebbe avere nazionalità né colore politico. Ma le destre xenofobe prendono anche questa occasione come pretesto per fomentare lo scontro. È il caso della Lega dei Ticinesi in Canton Ticino che vorrebbe negare i tamponi gratuiti ai nostri lavoratori transfrontalieri. Una campagna di pessimo gusto”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri. “Chi varca il confine per lavorare in Svizzera contribuisce al progresso di quella società. È giusto tutelare anche questa categoria di lavoratori. È grave che, invece di pensare al contenimento della pandemia, la Lega dei Ticinesi pensi a svantaggiare i nostri connazionali. Una linea contro producente anche nei confronti degli stessi svizzeri.” conclude la senatrice.

 

Roma, 9 apr. - "Draghi ha chiamato le cose con il proprio nome. Ed ha ribadito la nostra identità. Europeista, libertaria, vocata al rispetto dei diritti. Abbiamo un premier che difende i valori europei e riafferma la nostra vocazione alla tutela delle libertà, a partire da quelle femminili". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

Roma, 7 apr. - "Quanto accaduto ad Ankara è un'offesa a tutte noi. Come donne, come europee. Negando  la sedia d'onore alla presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen, il presidente Turco Erdogan ha dimostrato ancora una volta una visione sessista, tragicamente in linea con la decisione di abbandonare la convenzione di Instanbul. Come europei siamo dalla parte opposta a questa visione di mondo. L'Unione Europea è dalla parte delle donne. Dei diritti. Delle libertà". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Roma, 31 mar. - "L’assegno unico universale imprime una rivoluzione copernicana al Paese. perché capovolge il punto di vista adottato finora nei confronti della genitorialità: scegliere di mettere al mondo dei figli non è una questione individuale. Ma un compito nobile che contribuisce al progresso dell’intero paese. Per questo è giusto che lo Stato sostenga chi fa figli. Con una somma mensile per ogni bambina e bambino a partire dal settimo mese di gravidanza, fino al ventunesimo anno di età, garantiamo a madri e padri la tranquillità necessaria per fare dei programmi di vita. E diamo ai bambini la possibilità di crescere in serenità. In definitiva, rendiamo più semplice avere dei figli".

Roma, 30 mar. - "Con l'approvazione dell'assegno unico e universale poniamo finalmente l'Italia in linea con le politiche a sostegno della natalità già seguite in diversi Paesi europei. Dove misure come questa hanno dimostrato di incidere positivamente sulla genitorialità e sull'occupazione femminile. Perchè garantire un contributo economico per ogni figlio vuol dire garantire ai bambini una crescita più serena. E ai genitori la possibilità di non dover rinunciare al lavoro". 

La senatrice intervenendo in diretta su RadioCom.Tv, per inaugurare il nuovo spazio #CiaoDa dedicato alle storie degli italiani nel mondo

Roma, 31 mar. - "Turismo. Export. Rappresentanze diplomatiche. Gli italiani nel mondo possono essere protagonisti del rilancio del sistema Paese, dopo i devastanti effetti della pandemia sul turismo e sull’economia. Ecco perché come Italia Viva in Commissione Esteri al Senato abbiamo insistito affinché anche gli italiani all’estero siano parte integrante del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) che il Governo si accinge a redigere e a presentare all’Unione Europea. Proposte che sono confluite nella risoluzione finale del Senato, come atto di indirizzo al governo".

La Vicecapogruppo in Senato intervenendo alla Primavera delle idee

Roma, 29 mar. – “L’assegno unico universale è una misura di giustizia sociale. Perché mette tutte le famiglie sullo stesso piano. Sostiene i genitori nelle spese per la crescita dei figli. E garantisce ai bambini una maggiore serenità. Sono orgogliosa di poter votare martedì in Senato un provvedimento nato alla Leopolda e portato a compimento grazie all’impegno della ministra Elena Bonetti. Con questo dispositivo, inoltre, si fa finalmente ordine nel caos di sussidi e detrazioni previsti finora. Offrendo quindi uno strumento chiaro, trasparente e semplice”.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks