Roma, 31 mar. - "L’assegno unico universale imprime una rivoluzione copernicana al Paese. perché capovolge il punto di vista adottato finora nei confronti della genitorialità: scegliere di mettere al mondo dei figli non è una questione individuale. Ma un compito nobile che contribuisce al progresso dell’intero paese. Per questo è giusto che lo Stato sostenga chi fa figli. Con una somma mensile per ogni bambina e bambino a partire dal settimo mese di gravidanza, fino al ventunesimo anno di età, garantiamo a madri e padri la tranquillità necessaria per fare dei programmi di vita. E diamo ai bambini la possibilità di crescere in serenità. In definitiva, rendiamo più semplice avere dei figli".

“Nella predisposizione dei decreti attuativi è importante prevedere dispositivi ad hoc per i genitori residenti all’estero, così che non debbano perdere una serie di benefici fiscali (detrazioni fiscali per i figli a carico o Assegno per il nucleo famigliare), attualmente previsti per i nostri connazionali Aire con figli minori. A questo proposito la Ministra alle Pari Opportunità, Elena Bonetti, si è già detta sensibile alla questione. Affinché anche gli italiani nel mondo possano beneficiare di questa misura storica”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri. 

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks