Roma, 24 mag. – "L’attribuzione del cognome materno ai figli si può raggiungere in tempi ragionevoli. Al Senato sono già depositati più disegni di legge sull’argomento. I tempi sono maturi affinché il Paese introduca finalmente la libertà per i genitori di assegnare il cognome materno ai propri figli, riconoscendo così un diritto sul quale la Consulta si è più volte espressa. Sottolineando la necessità del rispetto del principio di uguaglianza tra i generi. La richiesta della ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, rispetto all’accelerazione dell’iter parlamentare é del tutto condivisibile. Si tratta di un tema che può trovare la convergenza delle diverse forze politiche". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo viaria Italia Viva-Psi.

 

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks