Roma, 13 lug. - "Il massacro di ventidue soldati, arresi e disarmati, conferma purtroppo i timori della popolazione afghana e degli osservatori internazionali sul rischio di una nuova radicalizzazione talebana dopo il ritiro delle truppe internazionali. E' drammatico assistere a un'escalation di tale violenza. Come Italia non possiamo che rimanere accanto alle afghane e agli afghani. Che rischiano di tornare in balia del peggiore radicalismo". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.
 

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks