La Vicepresidente commissione Esteri depositando un'interrogazione urgente al ministero degli Affari Esteri

Roma, 14 lug. - "Centoventi studenti italiani sarebbero bloccati a Malta, in quarantena obbligatoria ma senza ricevere adeguata assistenza, secondo quanto denunciano le rispettive famiglie e il Comitato Cura Domiciliare Covid-19. In particolare, i ragazzi non riceverebbero cibo e anche l'acqua messa a disposizione sarebbe in quantità molto limitata. Tutto questo, mentre iniziano a manifestarsi dei contagi anche all'interno dello stesso gruppo di connazionali, che sono in isolamento proprio perché precedentemente rimasti coinvolti in un focolaio di Covid. È urgente che il ministro Di Maio e la rete diplomatica della Farnesina si attivino. Per fare in modo che il Covid-hotel in cui gli studenti sono ospitati fornisca loro acqua, cibo, adeguato isolamento rispetto ai contagiati. Non possiamo concedere che accadano episodi di simile leggerezza e trascuratezza ai danni di nostri connazionali". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri, depositando un'interrogazione urgente al ministero degli Affari esteri.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks