Roma, 19 lug. – "La sede dell’Associazione degli emigranti di Nardò è salva. Grazie all’impegno e alla perseveranza del Presidente Cavallo  e degli associati, che sono riusciti a sventare la chiusura della stessa ed il trasferimento in periferia, paventato dall’amministrazione. Che voleva inizialmente chiudere la sede e successivamente, a seguito della mobilitazione dell’Associazione, intendeva dislocarla in un’area periferica, della quale avrebbero inevitabilmente risentito le attività. E che avrebbe penalizzato in termini di accessibilità e afflusso anche la mostra fotografica dedicata al fenomeno dell'emigrazione, ospitata nei locali dell’associazione".

“L’attuale sede, in piazza Sant'Antonio, vicina ai locali attuali siti nel chiostro dei Carmelitani é un presidio prezioso per la memoria collettiva di Nardò. In questo modo si possono continuare a valorizzare le iniziative culturali a favore degli emigranti di Nardò, coltivando il legame con le comunità all’estero e preservandone il valore. Un plauso va al presidente Antonio Cavallo e agli associati che, con il proprio impegno e determinazione, hanno reso possibile questo risultato. Prezioso per tutta la comunità di Nardò”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks