Roma, 1 set. – "I Talebani si stanno già confermando per come li abbiamo sempre conosciuti. Non c’è spazio per le donne nella loro idea di società. Dichiarando apertamente che il nuovo governo probabilmente non vedrà la presenza di ministre, smentiscono le loro rassicurazioni sulla tutela dei diritti femminili. In linea con quanto già denunciato dalle testimonianze delle attiviste e della popolazione afghana. Secondo cui sarebbero già ricominciate le azioni sistematiche volte a cancellare la presenza femminile sui luoghi di lavoro. Così come in qualsiasi altro luogo pubblico. Abbiamo investito venti anni nella formazione di una classe di donne moderne e libere. Abbiamo reso possibile l’educazione scolastica delle ragazze. La loro affermazione professionale e sociale. Evitare che la loro voce venga di nuovo soffocata dal burqa è un dovere morale per tutto l’Occidente". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks