Roma, 9 mar. - "La vaccinazione di massa non solo garantisce al paese di ripartire. Ma è anche un diritto basilare e primario. Ecco perché vanno messi nelle condizioni di potersi vaccinare in Italia, nel luogo di domicilio, anche quegli italiani che si trovino temporaneamente in Italia, pur essendo iscritti all'Anagrafe dei residenti all'estero (Aire). Stessa cosa per quegli italiani iscritti all’Aire che scegliessero di venire in Italia per essere vaccinati, nel momento in cui la vaccinazione sarà aperta a tutti i cittadini. Alcuni connazionali Aire sono rimasti bloccati in Italia in seguito alle limitazioni imposte dal Covid alla mobilità internazionale. Oppure hanno scelto di restare vicini ai loro congiunti in Italia. A queste categorie è attualmente preclusa la possibilità di usufruire delle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale. Di conseguenza, non possono ricevere il vaccino in Italia pur trovandosi qui. Ma non possono farlo neppure nel Paese di residenza estera".

La Vicepresidente commissione Esteri intervenendo all’assemblea di Italia Viva Mondo

Roma, 8 mar. – “La parità di genere è una leva di sviluppo e progresso economico, oltre che culturale. Ecco perché non possiamo immaginare una reale ripartenza senza una piena affermazione del ruolo delle donne nella società. In questo senso le risorse del Next Generatione Eu rappresentano un’occasione storica. Con la quale potenziare il percorso di autodeterminazione femminile e conciliazione tra vita privata e professionale già avviato con il Family Act”. Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo Italia Viva-Psi, intervenendo all’assemblea di Italia Viva Mondo.

La Vicecapogruppo vicaria intervenendo in aula

Roma, 4 mar. - "L'odio chiama sempre altro odio. Ce lo ha insegnato la storia. Continua a farlo l'attualità. I ripetuti attacchi rivolti alla senatrice Segre sono la triste conseguenza di un fenomeno più ampio. Quello di un dibattito politico inquinato. Ecco che non basta mostrare solidarietà. È necessario moderare i toni della politica, ortando il dibattito sul piano del confronto. E non su quello dell'aggressione". "I tragici fatti del Novecento tramandano la consapevolezza di quanto sia pericoloso sottovalutare l'odio in politica. Se non apprendiamo questa lezione, non basterà nessuna commemorazione o monumento ad evitare che quanto è già accaduto si ripeta si ripeta". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in aula per il voto sul ddl per la Dichiarazione di monumento nazionale dell’ex campo di prigionia di Servigliano, nelle Marche.

Roma, 2 mar. - "L'avvio del processo alla mafia dei Nebrodi è un segno di vittoria della legalità e un primo passo per la libertà di un territorio troppo a lungo costretto sotto il controllo della criminalità organizzata. Un plauso alle forze inquirenti e alla magistratura. Che hanno dimostrato come lo Stato sia presente e arrivi anche dove le mafie si sentono invincibili". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione esteri, già componente Antimafia.

 

Roma, 1 mar. – "Stupisce che alcune forze politiche, comprese quelle di maggioranza e Azione di Calenda, continuino ad attaccare Matteo Renzi sulla questione dell’intervista a Riad. Pur sapendo molto bene che Renzi ha più volte condannato sia gli attacchi terroristici riconducibili all’Arabia Saudita che lo stesso omicidio Khashoggi. È evidente che si tratta di polemiche strumentali. Pensate a tavolino per fare propaganda politica utile alla propria compagine. Portare avanti un dialogo costruttivo con l’Arabia Saudita è utile per creare un argine al terrorismo islamico". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo a Radio Radicale.
 

 

Roma, 1 mar. - "Bene il cambio ai vertici della Protezione Civile. In questo modo potremo riorganizzare la distribuzione e la gestione delle dosi in maniera più veloce ed efficace. Solo procedendo rapidamente sulla realizzazione del piano vaccini, potremo immunizzare la popolazione e ripartire. Sprechi e lentezze legati alla precedente gestione non sono più ammissibili". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo all'incontro a distanza 'Un Governo all'altezza delle sfide' promosso da Italia Viva Belgio.
 

 

La Vicepresidente commissione Esteri intervenendo in aula per l'informativa 

Roma, 24 feb. - "Bene che la Farnesina abbia subito chiesto un rapporto dettagliato alle Nazioni Unite. Che chiarisca come mai l’Onu, presente nella zona con oltre 17mila soldati grazie all'operazione di peacekeeping Minusco, non sia stata in grado di assicurare protezione all’ambasciatore Attanasio e alla sua scorta. E chi abbia operato nel commando. Se le Forze democratiche di liberazione del Ruanda, come affermato dal governo congolese. O le milizie jadiste provenienti dalla Somalia". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in aula per l'informativa del ministro Di Maio sull'attentato in Congo.

Roma, 23 feb. - "Bene che la mobilità europea non sia interrotta né limitata a vincoli di obbligo vaccinale, come ribadito dal commissario europeo alla Giustizia Didier Reynders. Ma è importante che a livello europei si valuti l'opportunità di istituire un passaporto vaccinale. Un certificato che consenta a coloro i quali si sono già vaccinati di viaggiare più liberamente. Senza essere sottoposti alle medesime limitazioni di chi ancora non ha potuto vaccinarsi. E soprattutto di coloro che sceglieranno di non farlo. In questo modo si renderebbe più facile, e anche più sicura, la vita di coloro che viaggiano. Sia a livello comunitario che internazionale". È quanto dichiara la senatrice IV Laura Garavini, Vicepresidente Commissione Esteri.

La Vicepresidente Commissione Esteri intervenendo al dibattito promosso come coordinatrice Cantiere Esteri di Italia Viva

Roma, 23 feb. - "La stabilizzazione della regione israelo-palestinese passa per il confronto democratico. Ecco perché il ritorno alla Casa Bianca di una politica estera maggiormente orientata al dialogo tra diplomazie è un punto a favore per gli equilibri medio orientali. Gli Accordi di Abramo le altre intese fortemente volute dall'allora presidente Trump con Emirati e Barein, Sudan e Marocco, hanno segnato una svolta della quale è difficile non tenere conto. La nuova sfida, oggi, è quindi evolvere ulteriormente. Riaffermando il principio del riconoscimento e dell'autodeterminazione di due diversi popoli in due diversi Stati. Ma senza cancellare quanto avvenuto nel corso dell'ultimo anno. È questa la sfida che Biden si appresta a raccogliere".

La Vicepresidente commissione esteri, fondatrice dell’associazione antimafia in Germania

Roma, 21 feb. – “Il contrasto internazionale alle mafie si arricchisce di un tassello prezioso. Anche in Germania diventa possibile destinare a usi sociali i beni confiscati alle mafie, come già accade in Italia. Si tratta di un traguardo perseguito e promosso da ‘Mafia? Nein danke’, l’associazione da me fondata nel 2007 in Germania, a seguito dell’attentato della Ndrangheta a Duisburg. Che sostiene con convinzione come il contrasto alla criminalità parta da un approccio culturale”.  Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente Commissione Esteri, intervenendo al dibattito ‘Mafia? Parliamone per riconoscerla’, nel corso di un incontro on line organizzato con famiglie e giovani italiani in Germania.

La Vicecapogruppo vicaria intervenendo in discussione generale per il voto di fiducia

Roma, 17 feb. - "Fiducia, ottimismo, coraggio, dedizione. Li abbiamo sentiti nelle parole del presidente Draghi. E noi di Italia Viva siamo convinti che sia la persona migliore per affrontare questa crisi. Possiamo essere ottimisti, grazie a un programma che mette al centro dell’agenda di governo molti dei punti che noi stessi, come IV, abbiamo portato avanti da tempo". Lo ha dichiarato la Senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in discussione generale per il voto di fiducia al governo Draghi. "Bene che si parta dalla necessità di investire sulle nuove generazioni, per invertire la rotta che ha portato all'estero tanti nostri giovani promettenti. Importante poi l'impegno per aumentare la presenza femminile non solo nel lavoro ma anche ai ruoli apicali. Servono importanti interventi per fare ripartire la crescita, con particolare attenzione al Sud. E alle grandi opere. Ci sono oltre 100 miliardi di risorse pubbliche già stanziate da anni che vanno sbloccate, rimettendo in moto i cantieri. Come chiediamo di fare da tempo".

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks