La Vicepresidente commissione Esteri intervenendo in aula per l’informativa del ministro Guerini

Roma, 24 giu. - “L’Italia deve un profondo riconoscimento alle donne e agli uomini che hanno servito il paese in un territorio pericoloso come l’Afghanistan. È stata una grande emozione vedere ammainare il nostro tricolore a Herat. Perché i nostri militari che si sono avvicendati per due decenni in quella base hanno salvato vite umane, costruito scuole, ospedali e strade, promosso progetti di cooperazione e di sostegno alla democratizzazione. In un Paese dove i talebani avevano imposto un fanatismo ideologico basato sull’uso della violenza e della paura”. Lo ha dichiarato la senatrice Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in aula per l’informativa del ministro Guerini.

La Vicepresidente commissione Esteri intervenendo in Senato per la relazione del presidente Draghi

Roma, 23 giu. - "Affrontare le questioni migratorie tutti insieme, come fossero questioni di politica estera europea e non più solo di politica interna. La proposta dell’Italia al Consiglio Europeo può essere strategica. Perché ci consente di spostare il baricentro. Investendo per creare le condizioni affinché si smetta di emigrare in massa e si evitino le troppe stragi nel Mediterraneo". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in Senato per la relazione del presidente Draghi sul Consiglio Europeo di domani.

La Vicepresidente commissione Esteri intervenendo all’incontro Inter Comites Germania

Roma, 22 giu. - "Con la ripresa della mobilità, la rete consolare italiana si trova a dover affrontare una mole di lavoro ingente. Con i consecutivi ritardi che inevitabilmente si stanno accumulando. Una situazione di grande difficoltà che potrebbe esser risolta sollevando i consolati da una parte delle pratiche. Ecco perché ritengo opportuno che si autorizzi l’emissione della carta d’identità elettronica per gli iscritti Aire anche presso i loro Comuni di residenza in Italia. Esattamente come avveniva con la carta d’identità cartacea, è necessario che questa possibilità sia prevista ora anche per la Cie". "Con il governo Renzi abbiamo avviato quell'ambizioso processo di digitalizzazione della pubblica amministrazione che oggi rende possibile l'estensione della Cie a tutti gli italiani nel mondo. Digitalizzare la pubblica amministrazione vuol dire rendere i servizi più accessibili. E quindi garantire i diritti dei cittadini. Ma ciò può avvenire solo se la fruizione è semplice e rapida per tutti. E se non ingolfa il lavoro degli uffici". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi all’incontro Inter Comites Germania, anticipando la presentazione di un emendamento IV al decreto Semplificazioni alla Camera.

La Vicecapogruppo intervenendo a RaiNews

Roma, 22 giu. - "Il via all'obbligo di mascherine all'aperto dal 28 giugno è una buona notizia. Resa possibile grazie all'immunizzazione raggiunta dal buon lavoro di questo Governo. Ora possiamo ripartire in sicurezza. A differenza di quanto avveniva la scorsa estate, quando tempi e modalità delle riaperture erano annunciati all'ultimo. E non avevamo certezze sui loro effetti. Proprio il successo della campagna vaccinale rende evidente quanto sia positivo il cambio di passo impresso con l'esecutivo Draghi". "Così come il giudizio positivo della Commissione Europea nei confronti del Piano nazionale di ripresa e resilienza elaborato dal nostro paese. Una credibilità internazionale di cui gode il presidente Draghi che rappresenta un valore aggiunto importante per il nostro paese. Come Italia Viva siamo stati l’unica forza politica artefice del cambio di governo. Oggi ne siamo ancora più fieri". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva, intervenendo a Studio24 su RaiNews.

Roma, 20 giu. - "I Comuni sono tenuti a riconoscere ai nostri pensionati all'estero il diritto all'esenzione del 50 per cento sull'Imu. Perchè tale agevolazione vale per chiunque prenda una pensione maturata in almeno un altro Paese oltre all'Italia. Sia che si tratti di uno Stato comunitario, sia fuori dall'Europa. Gli unici Paesi esclusi sono il Messico e la Repubblica di Corea, perchè solo in questi due singoli casi non è prevista la totalizzazione dei contributi in pro-rata". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in diretta a Radio Lora.

Roma, 16 giu. - "Trasmettere le immagini del Mottarone vuol dire calpestare la memoria delle vittime e il dolore dei loro familiari. La spettacolarizzazione della morte non ha nulla a che vedere con il diritto di cronaca. Al contrario, è un'offesa all'informazione libera, di cui la Rai non può essere complice. Purtroppo stiamo assistendo a una escalation di sensazionalismo nell'informazione italiana. La corsa al click o allo spettatore in più non può essere una giustificazione a tutto questo. E tanto meno può esserlo nella tv di Stato. Invito tutti a non aprire quel video. Iniziamo tutti, ognuno nel proprio piccolo, a dire no a questa degenerazione. fermiamo noi per primi la tv del dolore". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

 

La Vicepresidente commissione Esteri presentando un'interrogazione in commissione Finanze
 
Roma, 15 giu. - "L'esenzione Imu al 50 per cento vale per tutti i pensionati pro-rata che abbiano maturato contributi in almeno un altro paese oltre all'Italia. Vuol dire, in concreto, che l'esenzione è valida sia per i Paesi con i quali è attiva una convenzione in regime comunitario, sia per i paesi extracomunitari per i quali vigono convenzioni bilaterali. Lo ha confermato nuovamente il ministero dell'Economia per voce del sottosegretario Durigon,rispondendo a una mia interrogazione in commissione Finanze del Senato. E chiarendo nuovamente che, con la dicitura di 'pensione in regime di convenzione internazionale', ci si riferisce una pensione maturata tramite la totalizzazione di contributi versati in Italia con quelli versati in un altro Stato".
"Questo ulteriore chiarimento, da me sollecitato presso la commissione competente, mette un punto definitivo ai dubbi avanzati da parte di alcune amministrazioni locali che non intendono riconoscere il diritto all'agevolazione ai pensionati Aire. I Comuni, invece, sono tenuti a interpretare la norma in via estensiva, senza limitarla solamente a singoli Paesi. E a riconoscere quindi il diritto all'esenzione al 50 per cento sull'Imu del primo immobile posseduto in Italia dai pensionati Aire. Come pure l’esenzione dei due terzi della Tari. Gli unici paesi per i quali non è ammessa l’esenzione sono il Messico e la Repubblica di Corea, che non prevedono la totalizzazione dei contributi". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

Roma, 15 giù. - "Ma quali interessi difende Grillo? Viene spontaneo chiederselo, davanti ad una difesa così a spada tratta dell'indifendibile. La Cina è un paese con una politica aggressiva, non solo contro il  G7. Siamo sempre più convinti della scelta fatta con il governo Draghi. L'Italia è in Europa e nella Nato, non ci sono ambiguità su questo". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della Commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

La Vicepresidente vicaria gruppo Italia Viva-Psi intervenendo in aula in dichiarazione di voto

Roma, 9 giu. - "L’istituzione di una Zona economica esclusiva nei mari italiani costituisce un tassello strategico per il nostro paese. Perchè porta il tema della territorializzazione del Mediterraneo nell’agenda della nostra politica estera. La Zee nasce dall'esigenza di salvaguardare anche il patrimonio ittico. Ed è significativo che, insieme ai diritti sovrani sulle risorse biologiche, nella Zona economica esclusiva che si estende a 200 miglia dalle coste, venga conferita allo Stato costiero anche la responsabilità di assicurarne la conservazione e la gestione ottimale. In questo modo si induce il Paese ad assumersi maggiori responsabilità e attenzione riguardo la tutela del mare e i problemi della pesca nel Mediterraneo. Grazie alla Zee, anche il nostro Paese beneficerà di un diritto sovrano sulla conservazione e la gestione delle risorse naturali, biologiche e minerali che si trovano nelle acque del mare, così come sul fondo e nel relativo sottosuolo.". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente vicaria gruppo Italia Viva-Psi, intervenendo in aula in dichiarazione di voto.

Roma, 9 giu. - "L'approvazione dell'Europarlamento rende possibile la piena operatività del certificato digitale Ue a partire dal primo luglio. Un traguardo importante per la ripresa della mobilità europea e del turismo estivo. Ora è il momento che l'Italia ne anticipi l’applicazione l. Abolendo il tampone ancora richiesto per l’ingresso dai Paesi dell’Unione Europea e dell’area Schengen, Gran Bretagna e Israele. Anche a chi è vaccinato. Una norma ormai superata dall’introduzione del green pass europeo. E che però permane, in base all’ultima ordinanza del ministro Speranza". "Così rischiamo che altri Paesi intercettino i nostri flussi turistici. Ad esempio la vicina Francia, che ha già autorizzato gli ingressi ai vaccinati senza tampone. È importante che il ministero della Salute pubblichi una nuova ordinanza che vada in questa stessa direzione. Per non danneggiare il turismo e la mobilità di studio e lavoro. L’Italia aveva anticipato l’Europa. Avviando subito il green pass e abolendo la quarantena. Non perdiamo questo vantaggio". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Roma, 7 giu. – "L'assegno unico è un grande risultato per le politiche di welfare italiano e per la conciliazione delle famiglie. Perché innesca finalmente un cambio di passo. Nel quale viene riconosciuto il valore sociale del mettere al mondo e crescere dei figli. La misura prevede inoltre una maggiorazione dal terzo figlio in poi. Esattamente come accade già in Francia. Non a caso uno dei Paesi con il più alto tasso di natalità nell'Unione. Con questo ulteriore tassello, l’Italia si allinea agli standard europei. Stimolando la crescita della curva demografica. E evita che le donne debbano ancora scegliere tra lavoro e famiglia". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in collegamento all’incontro 'Parola gli italiani in Lussemburgo' promosso dal comitato locale di Italia Viva.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks