Roma, 24 mag. – "L’attribuzione del cognome materno ai figli si può raggiungere in tempi ragionevoli. Al Senato sono già depositati più disegni di legge sull’argomento. I tempi sono maturi affinché il Paese introduca finalmente la libertà per i genitori di assegnare il cognome materno ai propri figli, riconoscendo così un diritto sul quale la Consulta si è più volte espressa. Sottolineando la necessità del rispetto del principio di uguaglianza tra i generi. La richiesta della ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, rispetto all’accelerazione dell’iter parlamentare é del tutto condivisibile. Si tratta di un tema che può trovare la convergenza delle diverse forze politiche". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo viaria Italia Viva-Psi.

 

Roma, 24 mag. – "L'Unione è uno spazio di democrazia condivisa. Come europei difendiamo questi valori. E non possiamo accettare che proprio sul nostro territorio avvengano gravi violazioni come quella compiuta dalla Bielorussia. Dirottare un aereo, simulare pericoli, mettere a repentaglio vite umane allo scopo di arrestare un dissidente è al di fuori di qualsiasi diritto internazionale. Le parole di Borrell sulla previsione di sanzioni verso i responsabili sono pienamente condivisibili. Così come la previsione di una no-fly zone. anche come strumento di pressione per ottenere il rilascio del giornalista indipendente Pratasevich. Da troppo tempo la Bielorussia viola sistematicamente i basilari principi democratici. Dalla libertà di pensiero, alle libere elezioni, ai diritti delle donne. Giusto che l’Europa prenda posizione in modo fermo". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Roma, 24 mag. – "Semplificare garantendo, allo stesso tempo, legalità e trasparenza. È questa la sfida che ci impone il Recovery Fund. Esattamente ciò che chiedevamo di fare da tempo con il nostro ‘Sblocca cantieri’. La burocrazia rallenta questo Paese. Per questo, Italia Viva rifiuta la retorica secondo la quale non si possono fare opere pubbliche per paura delle infiltrazioni. Così come non condividiamo chi chiede una deregulation totale. Puramente propagandistica". "Rimettere in moto l’economia attraverso un’iniziativa pubblica rapida, efficiente e pulita è possibile. Il nostro Paese ha già dimostrato di saperlo fare. Con il modello Expo2015 durante il governo Renzi. Più recentemente con il ponte di Genova. Sono questi gli esempi da seguire". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, presentando il libro dell’europarlamentare Sandro Gozi ‘Il Bersaglio. Battaglie per l’Europa’.

La Vicepresidente commissione Esteri smentisce le informazioni inesatte fornite da alcuni siti

Roma, 21 mag. - "Diversi connazionali mi segnalano problemi con i loro comuni di residenza in Italia che si rifiutano di riconoscere il diritto all’esenzione IMU. Purtroppo alcuni consulenti fiscali hanno diffuso interpretazioni errate della legge. Il ché ha indotto alcune Amministrazione a mettere erroneamente in discussione il diritto di esonero ad alcuni connazionali, che sono quindi purtroppo costretti a far valere le proprie ragioni. Fornisco qui alcuni elementi utili per pretendere i propri legittimi diritti". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Roma, 20 mag. - "Il cognome materno è una questione di civiltà. I tempi sono ormai più che maturi per dire con chiarezza che non può esistere una scelta aprioristica del cognome da tramandare, legata semplicemente al genere maschile. Lo conferma anche l'invito che giunge oggi dalla ministra Bonetti a concretizzare questa possibilità, dando seguito anche alle indicazioni della Corte Costituzionale". "Come Italia Viva siamo promotori di un disegno di legge che mira a riconoscere il diritto alla scelta del cognome da tramandare. materno, paterno o di entrambi i genitori. Sulla scia di quanto accade già nel resto d'Europa. L'auspicio è che l'invito della ministra Bonetti porti il Parlamento a discutere e velocizzare l'iter e discutere finalmente questa proposta". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

La Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi intervenendo in dichiarazione di voto

Roma, 20 mag. - "L'agricoltura biologica non è più settore di nicchia. Al contrario, occupa una quota sempre più rilevante del made in Italy. Tutelare questa filiera, fatta di imprenditori spesso pioneristici e di giovani che tornano alla terra, vuol dire promuovere la qualità dei prodotti alimentari e ridurre l'impatto della chimica sull'ambiente. Valorizzando allo stesso tempo le coltivazioni tipiche del nostro Paese e incidendo positivamente in termini di export ed occupazione, grazie a una legge che renda maggiormente strutturato un settore che vede l'Italia tra le prime in Europa". "Non è più tempo di battaglie ideologiche tra agricoltura tradizionale e biologica. L'obiettivo di tutti i coltivatori, oggi, è preservare l'ambiente. Ecco perchè l'approvazione di questo disegno di legge rappresenta una bella pagina della nostra attività legislativa. Approvandolo compiamo un gesto doveroso verso i consumatori consapevoli. E verso gli imprenditori che scelgono una strada etica". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in dichiarazione di voto.

La Vicepresidente commissione Esteri intervenendo in aula per l'informativa con il ministro Di Maio

Roma, 19 mag. - "La questione medio-orientale è la prima questione di politica estera con la quale ci misuriamo. Il nostro auspicio è che si arrivi al più presto al cessate il fuoco. Per poi lavorare a una soluzione duratura del conflitto tra Palestina ed Israele. Che non può che essere quella di due popoli in due Stati". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in aula per l'informativa con il ministro agli Esteri Di Maio. "Senza un accordo politico, non può esserci pace. Ecco perché è necessario aumentare la pressione di tutte le forze internazionali. Disinnescando il rischio che le tensioni in atto diventino l’occasione per altre forze straniere di dare sfogo alle proprie mire espansionistiche. O che il conflitto venga utilizzato per smaltire riserve altrui di armamenti. Non possiamo lasciare che gli estremisti determinino il corso delle cose in Medio Oriente" ha concluso la senatrice.

 

 

Roma, 17mag. – “Lo abbiamo chiesto con convinzione. E, come Italia Viva, siamo soddisfatti che sia stata accolta la nostra richiesta di abolizione della quarantena per i Paesi europei e Schengen. Con l’ordinanza del 14 maggio, il ministro Speranza rende possibile ciò che abbiamo sottolineato in diverse occasioni. Ossia che lo stop all’isolamento fiduciario fa ripartire il turismo. E rappresenta anche un momento simbolico per noi europei. perché reintegra un nostro valore fondante. La libera circolazione”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

Roma, 13 mag. – “Se confermata, preoccupa la vicenda riferita a diversi organi di stampa dalla nostra connazionale Marta Lomartire. Secondo la quale le autorità inglesi l’avrebbero bloccata all’aeroporto di Heatrow e poi rimpatriata, dopo averla detenuta per dodici ore privandola del proprio cellulare. Senza fornirle alcuna spiegazione né possibilità di chiamare i familiari che l’attendevano a Londra. Questo caso rappresenterebbe un atteggiamento discriminatorio nei confronti di chi arriva dall’Europa. Oltre che una triste rappresentazione delle politiche migratorie post-Brexit”. “Sono certa che Londra vorrà chiarire quanto accaduto. Per questo, ho presentato un’interrogazione urgente al Ministro degli esteri, affinché chiarisca con le autorità inglesi quanto accaduto. E per chiedere se attualmente risultino altri italiani bloccati nello stesso centro di detenzione”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Roma, 12 mag. - "Con le sue parole, il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha confermato nuovamente l'amicizia tra i nostri due popoli. E il forte senso di condivisione e solidarietà. Annunciando che condividerà con l'Italia, come già fatto in passato, il ricollocamento dei rifugiati, la Germania si pone come esempio in Europa. Per un'accoglienza solidale tra tutti i Paesi. A partire da quelli in cui i governi populisti si rifiutano di partecipare al ricollocamento dei rifugiati. È il momento di realizzare una piena politica comune di accoglienza e redistribuzione. Che vincoli al suo rispetto tutti gli Stati aderenti all'Unione". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della commissione Esteri.

Roma, 12 mag. – “Gli scontri a Gerusalemme si stanno trasformando in un conflitto su larga scala. Con il coinvolgimento di territori limitrofi. E un costo elevato in termini di vittime civili. È importante, invece, che entrambe le parti si impegnino per fermare l’escalation. Il popolo israeliano ha diritto di difendersi dai razzi lanciati da Gaza. Ma una vera difesa, efficace e a lungo termine, si ottiene con il cessate il fuoco. Israele e Hamas accolgano gli appelli internazionali per la de escalation. La risoluzione del conflitto israelo-palestinese passa per la soluzione di due popoli in due Stati”. Lo dichiara a senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks