Roma, 21 apr. - "L’Europa è più forte. La decisione di mettere in comune il debito dei paesi europei non ha segnato solo la creazione del Recovery Fund. Ma ha rappresentato un punto di svolta per la storia dell'Europa. Perché ha rimarcato un valore fondante dell'Unione. Quello della solidarietà e della condivisione. Bocciando i ricorsi contro la ratifica interna del Recovery Plan presentati dalla peggiore destra tedesca collegata all'Afd, la Corte Costituzionale tedesca ha imposto un argine a coloro che volevano mettere in discussione questo principio". "Con il loro pronunciamento i giudici di Karlsruhe rimuovono l'ultimo ostacolo sulla strada del piano da 750 miliardi di euro varato dall'Ue. La decisione della Consulta tedesca conferma quindi la validità anche normativa del Recovery. E mette un ulteriore tassello sul percorso del cammino di rinascita condiviso.". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

La senatrice intervenendo a un dibattito con l'associazione italo-tedesca di Brema 'Benvenuti-Italia'

Roma, 20 apr. - "Si è conclusa l'epoca degli annunci dati all'ultimo e delle regioni in ordine sparso. Con le decisioni sulle nuove riaperture graduali, con date certe e comunicate in anticipo, il Paese cambia passo. In questo modo si rende possibile una vera ripartenza. Grazie all'incremento delle dosi di vaccino somministrate quotidianamente e alla previsione di un pass specifico per spostarsi tra regioni e in Europa, possiamo inoltre tornare alla mobilità. Tutte misure che confermano quanto sia stato positivo aver premuto per un cambio di esecutivo. Come Italia Viva, siamo sempre più orgogliosi della scelta fatta". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo a un dibattito con l'associazione italo-tedesca di Brema 'Benvenuti-Italia'.

Roma, 19 apr. – “Bene il richiamo alla mobilità venuto dalla ministra dell'Università e della ricerca, Maria Cristina Messa. Giusto dare strumenti per poter viaggiare sia agli  studenti che ai docenti. Proprio in quest’ottica, si garantisca una corsia prioritaria per i vaccini ai ragazzi Erasmus. In maniera tale da non precludere le prossime partenze autunnali. Tornare alla piena mobilità è un traguardo comune per mondo accademico e Unione Europea”. Lo dichiarano la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e la senatrice Daniela Sbrollini, capogruppo IV in commissione cultura al Senato.

Roma, 19 apr. – "Addio a Luigi Covatta. Un politico di rara intelligenza e, prima ancora, una persona di grande spessore. Intellettuale mai scontato e acuto osservatore della società, ha saputo intuirne cambiamenti ed esigenze. Impegnandosi per un'equità sociale che passasse attraverso istruzione pubblica e lavoro. Chi ha avuto il privilegio di conoscerlo e le istituzioni tutte, ne sentiranno la mancanza". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva – Psi.

Roma, 18 apr. -"Quello che la Federazione Russa sta perpetrando nei confronti dell'oppositore Navalny non è accettabile. È inumano  lasciare morire un proprio concittadino, mentre si trova in carcere in regime duro per motivi politici. Putin ascolti l'appello dei medici di Navalny, così come della comunità internazionale, e gli restituisca la libertà". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

Roma, 15 apr. – "Il sistema operativo del Greenpass europeo sarà pronto il primo giugno. Da questa data i singoli stati potranno iniziare ad implementarlo. La conferma che arriva oggi dal commissario Ue per il Mercato interno, Thierry Breton, è una buona notizia per la ripresa della mobilità comunitaria. Ma può tradursi in realtà solo se i Paesi europei si organizzeranno per tempo. Il passaporto vaccinale funzionerà infatti tramite una app. È quindi importante che anche il Governo italiano si attivi. Così da essere nelle condizioni di rendere operativo quanto prima il green pass anche in Italia, possibilmente entro luglio". "Tornare a viaggiare in sicurezza vuol dire far ripartire il turismo e l’economia. Una possibilità che non possiamo sprecare". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

La senatrice aprirà il seminario promosso dall’Ambasciata italiana ad Oslo in occasione della 'Giornata della ricerca italiana nel mondo' 

Roma, 15 apr. - "L'Italia è a un bivio. Può scegliere se tornare come era prima del Covid. O superare la pandemia trasformandosi in un Paese più moderno. Ecologico. Innovativo. La ricerca scientifica è la chiave per aprire la seconda porta. Perciò i nostri ricercatori italiani nel mondo sono centrali nella ripartenza post pandemica. Stiamo attraversando un momento critico. Ma che può rivelarsi occasione per riconoscere il ruolo delle nostre eccellenze all'estero. Stimolando anche scienziati, studiosi e docenti che intendono rientrare. Offrendo loro in Italia le opportunità che in passato hanno dovuto cercare all'estero". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri, che oggi in occasione della 'Giornata della ricerca italiana nel mondo' aprirà i lavori del seminario 'Essere ricercatori/ricercatrici italiani/e in Norvegia e in Islanda oggi. Esperienze, problemi e prospettive' promosso dall’Ambasciata italiana ad Oslo in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura.

La Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi intervenendo in dichiarazione di voto

Roma, 14 par. - "Conferire la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki non sarebbe solo un fatto simbolico. Ma uno strumento per dare più forza alle istituzioni italiane nella richiesta di rilascio di Zaki". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in dichiarazione di voto. "Con il voto di oggi mandiamo un messaggio di solidarietà a tutti coloro che sono trattenuti in carcere senza motivo. E chiediamo alle autorità egiziane di rispettare i diritti umani. In Egitto la libertà di pensiero viene troppo spesso repressa. Fino al giorno del suo arresto Patrick era un giovane senza confini. Esattamente come i tanti nostri ragazzi e ragazze che ogni anno partono per ampliare la propria conoscenza. Con il nostro voto chiediamo che Patrik possa tornare ad essere libero di imparare. Libero di scegliere come vivere la sua vita" ha concluso la senatrice.

La Vicepresidente commissione esteri in occasione dei 160 anni di relazioni diplomatiche

Roma, 13 apr. - "Libertà. Democrazia. Rispetto dei diritti civili e umani. Italia e Stati Uniti condividono principi fondamentali. Con un'amicizia profondamente radicata. Accresciuta anche attraverso le nostre comunità italiane perfettamente integrate in America. Oggi celebriamo 160 anni di relazioni tra Italia e Usa. Uno scambio da rinnovare con forza, nel passaggio epocale che stiamo attraversando". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

La Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in dichiarazione di voto

Roma, 13 apr. - "Le sanzioni all'isola di Cuba sono l'emblema di un'epoca superata. I tempi sono ormai cambiati e la stessa società cubana si sta lentamente modificando. Numerosi organismi internazionali si sono pronunciati contro le sanzioni. A partire dal segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres”. "A causa dell'inasprimento delle misure adottato dall’amministrazione Trump, oggi sull’isola scarseggiano generi di prima necessità, medicinali compresi. Ciò Nonostante Cuba ha scelto di aiutare chi ne aveva bisogno. Inviando in Italia 91 suoi medici e infermieri in piena pandemia. Adesso possiamo esprimere la nostra gratitudine con un segnale fattivo, sensibilizzando gli USA a togliere un embargo che non ha più ragione di essere”. Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in dichiarazione di voto.

Roma, 12 apr. - "Auguri di buon lavoro a Maria Chiara Carozza, prima donna presidente del Cnr. È particolarmente significativo che questa nomina avvenga in un momento di rilancio e rinnovamento del Paese tutto. Una fase storica nella quale la ricerca ha un ruolo cruciale. Maria Chiara Carozza è stata la rettrice più giovane d'Italia e si è sempre contraddistinta per l'attenzione alla formazione accademica e alla ricerca come volano di sviluppo sociale ed economico. Stimata in Italia e all'estero, la sua nomina è un bel momento per l'affermazione femminile nel campo scientifico". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della commissione Esteri.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks