Roma, 12 apr. – "Il contenimento del virus non dovrebbe avere nazionalità né colore politico. Ma le destre xenofobe prendono anche questa occasione come pretesto per fomentare lo scontro. È il caso della Lega dei Ticinesi in Canton Ticino che vorrebbe negare i tamponi gratuiti ai nostri lavoratori transfrontalieri. Una campagna di pessimo gusto”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri. “Chi varca il confine per lavorare in Svizzera contribuisce al progresso di quella società. È giusto tutelare anche questa categoria di lavoratori. È grave che, invece di pensare al contenimento della pandemia, la Lega dei Ticinesi pensi a svantaggiare i nostri connazionali. Una linea contro producente anche nei confronti degli stessi svizzeri.” conclude la senatrice.

 

Roma, 9 apr. - "Draghi ha chiamato le cose con il proprio nome. Ed ha ribadito la nostra identità. Europeista, libertaria, vocata al rispetto dei diritti. Abbiamo un premier che difende i valori europei e riafferma la nostra vocazione alla tutela delle libertà, a partire da quelle femminili". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

Roma, 7 apr. - "Quanto accaduto ad Ankara è un'offesa a tutte noi. Come donne, come europee. Negando  la sedia d'onore alla presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen, il presidente Turco Erdogan ha dimostrato ancora una volta una visione sessista, tragicamente in linea con la decisione di abbandonare la convenzione di Instanbul. Come europei siamo dalla parte opposta a questa visione di mondo. L'Unione Europea è dalla parte delle donne. Dei diritti. Delle libertà". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Roma, 31 mar. - "L’assegno unico universale imprime una rivoluzione copernicana al Paese. perché capovolge il punto di vista adottato finora nei confronti della genitorialità: scegliere di mettere al mondo dei figli non è una questione individuale. Ma un compito nobile che contribuisce al progresso dell’intero paese. Per questo è giusto che lo Stato sostenga chi fa figli. Con una somma mensile per ogni bambina e bambino a partire dal settimo mese di gravidanza, fino al ventunesimo anno di età, garantiamo a madri e padri la tranquillità necessaria per fare dei programmi di vita. E diamo ai bambini la possibilità di crescere in serenità. In definitiva, rendiamo più semplice avere dei figli".

Roma, 30 mar. - "Con l'approvazione dell'assegno unico e universale poniamo finalmente l'Italia in linea con le politiche a sostegno della natalità già seguite in diversi Paesi europei. Dove misure come questa hanno dimostrato di incidere positivamente sulla genitorialità e sull'occupazione femminile. Perchè garantire un contributo economico per ogni figlio vuol dire garantire ai bambini una crescita più serena. E ai genitori la possibilità di non dover rinunciare al lavoro". 

La senatrice intervenendo in diretta su RadioCom.Tv, per inaugurare il nuovo spazio #CiaoDa dedicato alle storie degli italiani nel mondo

Roma, 31 mar. - "Turismo. Export. Rappresentanze diplomatiche. Gli italiani nel mondo possono essere protagonisti del rilancio del sistema Paese, dopo i devastanti effetti della pandemia sul turismo e sull’economia. Ecco perché come Italia Viva in Commissione Esteri al Senato abbiamo insistito affinché anche gli italiani all’estero siano parte integrante del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) che il Governo si accinge a redigere e a presentare all’Unione Europea. Proposte che sono confluite nella risoluzione finale del Senato, come atto di indirizzo al governo".

La Vicecapogruppo in Senato intervenendo alla Primavera delle idee

Roma, 29 mar. – “L’assegno unico universale è una misura di giustizia sociale. Perché mette tutte le famiglie sullo stesso piano. Sostiene i genitori nelle spese per la crescita dei figli. E garantisce ai bambini una maggiore serenità. Sono orgogliosa di poter votare martedì in Senato un provvedimento nato alla Leopolda e portato a compimento grazie all’impegno della ministra Elena Bonetti. Con questo dispositivo, inoltre, si fa finalmente ordine nel caos di sussidi e detrazioni previsti finora. Offrendo quindi uno strumento chiaro, trasparente e semplice”.

La Vicepresidente commissione Esteri, già componente commissione Antimafia

Roma, 26 mar. – “È indegno che assurga a paladino dell’antimafia una persona arrestata nel 2016 proprio dalla Direzione Distrettuale Antimafia con l’accusa di associazione a delinquere, peculato e riciclaggio. Eppure è ciò che fa oggi in un articolo sulle pagine de ‘Il Riformista’ l’ex parlamentare Pdl Amedeo Laboccetta. Nel suo testo, Laboccetta accusa di fatto il centrosinistra di aver ostacolato il raggiungimento della verità sulla stagione delle stragi di mafia, anche all’interno della commissione parlamentare Antimafia della legislatura 2008-2013. E arriva a citarmi insinuando che avrei chiesto le sue dimissioni per accanimento contro di lui”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri, già componente commissione Antimafia.

La senatrice intervenendo in Senato in replica al presidente Draghi

Roma, 24 mar. - "Come Unione Europea bisogna velocizzare l’acquisizione di licenze. Per riconvertire gli impianti industriali alla produzione di vaccini. In Italia, ed in Europa. Parallelamente serve un importante investimento nella sperimentazione sui vaccini. Anche attraverso la celere creazione di uno strumento europeo, l’incubatore Hera, finalizzato a potenziare la ricerca a livello europeo". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi. "Non solo la questione sanitaria. Anche il tema dei rapporti internazionali è centrale per noi come europei. Pensiamo ai rapporti già tesi con la Federazione Russa. Rispetto alla quale lo strumento delle sanzioni mirate contro singole persone continua a mantenere la sua validità. Per gravare il meno possibile sulla società civile e colpire, invece, i dirigenti responsabili e spesso vicini alla presidenza. Mantenendo aperto il dialogo".

La Vicepresidente della commissione Esteri in collegamento con i comitati di Italia Viva Europa

Roma, 23 mar. – “La priorità in questo momento deve essere aumentare il numero di dosi e accelerare le vaccinazioni. In maniera tale che si possa mettere in sicurezza la gran parte della popolazione entro l’estate. Un obiettivo sul quale tutti i partiti di maggioranza devono essere compatti. Non possiamo permetterci di trasformare la campagna vaccinale in una questione politica. Abbiamo il dovere morale di salvare vite umane. A partire dai più deboli. Ecco perché è giusto ricorrere autonomamente ad altri vaccini, nel caso continuassero a non arrivare quelli ordinati dall’Unione Europea, come anticipato dal premier Draghi".

La senatrice lanciando la 'Primavera delle idee' in collegamento con i comitati di Italia Viva Spagna e Portogallo

Roma, 22 mar. - "Siamo stati duramente attaccati. Ma se oggi possiamo contare su un esecutivo fortemente europeista è grazie alla determinazione che Italia Viva ha avuto nel chiedere un'azione di governo più incisiva. E ancora grazie a questa determinazione, abbiamo indebolito populisti ed euroscettici. Abbiamo avuto il coraggio di andare controcorrente. Seguendo la strada del riformismo. Con lo stesso spirito apriamo la 'Primavera delle idee'. Uno spazio di confronto aperto al contributo di tutti coloro che vogliono partecipare attivamente alla politica. Un grande laboratorio di idee e proposte. Per costruire, insieme, il futuro del nostro paese". Lo ha annunciato la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva e Vicepresidente commissione Esteri, intervenendo in collegamento con i comitati di Italia Viva Spagna e Portogallo.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks