Roma, 1 mar. – "L’aggressione voluta da Putin contro l'Ucraina è un'aggressione all’intera democrazia occidentale. E’ una guerra che sta cambiando gli scenari internazionali. Per la prima volta l’'Europa si spinge a fornire armi ed altri equipaggiamenti militari ad un paese a noi vicino. Addirittura la Svezia, la Germania, la Finnlandia, persino la Svizzera, paesi che tradizionalmente non hanno mai mandato armi a stati che fossero in guerra, inviano materiali militari". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in dichiarazione generale per le comunicazioni del premier Draghi sull’Ucraina in Senato.

Roma, 1 mar – "Vicinanza ai nostri connazionali in Ucraina. Una comunità di circa duemila trecento persone. Una novantina di loro, in fuga, ha trovato protezione ed accoglienza grazie alla nostra Ambasciata. Anche per questo vorrei esprimere la nostra gratitudine all’ambasciatore, Pier Francesco Zazo, al personale a Kiev, alle nostre funzionarie e funzionari Osce in Ucraina e a quelli dell’Unità di crisi della Farnesina che stanno lavorando in queste ore affinché i nostri connazionali possano essere evacuati in sicurezza”. Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri, intervenendo in Senato per le comunicazioni del presidente Draghi sul conflitto in Ucraina. “Al popolo ucraino, infine, rivolgiamo un messaggio di ottimismo. L’Italia, insieme all’Europa e agli alleati statunitensi, intende fare il possibile per ristabilire la sovranità dell'Ucraina per difendere la sicurezza dell'Europa e per garantire l'integrità dell'ordine internazionale. Siamo un’Unione di popoli di pace ed accettiamo volentieri la candidatura dell’Ucraina, un popolo fratello in fuga dalla guerra, per un possibile ingresso nell’Unione Europea”.

Roma, 1 mar. – "Due italiani su tre acquistano bio. Con un mercato delle imprese di agricoltura biologica in costante crescita e un export che rende il nostro Paese secondo dopo gli Usa. Numeri ai quali però mancava ancora un quadro normativo chiaro. Per questo abbiamo fortemente voluto l'approvazione – anche qui in Senato - del decreto sull’agricoltura biologica a prima firma della collega di Italia Viva alla Camera Maria Chiara Gadda. Con questa legge garantiamo la trasparenza e la tracciabilità dei prodotti. Tuteliamo i consumatori e preserviamo l’importante fetta di made in Italy rappresentata da questo comparto. E colmiamo il vuoto di legge che ancora persisteva, rispondendo agli appelli delle stesse associazioni di categoria, che infatti chiedevano da tempo di accelerare sull’approvazione. L’auspicio è che con questa approvazione sia occasione per mettere un punto alla retorica della contrapposizione tra agricoltura tradizionale e biologica". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in dichiarazione di voto.

 

Roma, 28 feb. – "Appoggio pieno all'Unione Europea. Che sta dimostrando una grande compattezza e fermezza anche in scelte difficili, come l'invio di armi alla resistenza ucraina. Bene anche quanto dichiarato dalla presidente Ursula Von der Leyen sull’ingresso di Kiev in Europa. Accogliamo un popolo fratello in cerca di pace". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Roma, 28 feb. – “Desidero ringraziare il nostro ambasciatore a Kiev Pier Francesco Zazo ed il personale di ambasciata per l’incessante lavoro che stanno svolgendo a supporto della comunità italiana in Ucraina. Già da giorni circa un centinaio di nostri connazionali sono stati accolti e messi al sicuro. E proprio in queste ore si stanno organizzando convogli per evacuare gli italiani. Le difficoltà legate alla fase di emergenza rendono tutto ancora più difficile. Ai connazionali che stanno lamentando difficoltà nel raggiungere le autorità diplomatiche consiglio di seguire le indicazioni della Farnesina: di contattare l’ambasciata tramite i canali ufficiali, oppure l’Unita di crisi del Maeci via telefono o mail. E, nel frattempo, di rimanere in un posto sicuro”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Roma, 28 feb. – "La decisione presa in Consiglio dei Ministri di cedere materiale bellico all’Ucraina, impegnata in una dura resistenza a tutela della propria integrità territoriale, non è facile, per un Paese di pace come il nostro. Ma è inevitabile e opportuna, in considerazione del pericolo rappresentato dall’aggressione voluta da Putin". "Non a caso altri Paesi europei, nei giorni scorsi, hanno preso la stessa decisione. Ad esempio la Germania o la Svezia. Dopo decenni passati senza avere mai fornito armi a paesi in guerra. Siamo in una fase estremamente delicata. Nella quale è necessario intervenire. Per dimostrare da subito alla Russia, e a suoi eventuali alleati, che l’aggressione alla democrazia e alle sovranità territoriali di altri paesi non è tollerata. Ed evitare che quanto sta succedendo in Ucraina possa ulteriormente degenerare”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri.

Roma, 24 feb. - "L'invasione della Russia ai danni dell'Ucraina è un'aggressione inaccettabile. È necessario che la reazione di Unione europea e Nato sia immediata e decisa. Adottando le sanzioni più dure. dimostrando che l'Occidente risponde in maniera compatta. E che non stiamo a guardare mentre si viola la sovranità di uno stato. A prescindere dalla sua appartenenza o meno alla Nato. Siamo vicini al popolo ucraino, alle sue istituzioni, ai nostri connazionali li residenti e a tutto il corpo Diplomatico li operante. Siamo sempre dalla parte delle libertà. Dei diritti. Dei valori democratici. dalla parte dell' Europa e delll'alleanza atlantica". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della Commissione Esteri, intervenendo in aula a inizio seduta.

Roma, 25 feb. - "Bene il presidente Draghi sull'allineamento del nostro Paese ai partner europei e Nato, con sanzioni dure e incisive. Ma altrettanto deciso deve essere il supporto alle nostre economie per i rischi di effetti negativo proprio in questo momento di ripresa. È importante riflettere sulla necessità di un paracadute speciale per tutelare le nostre aziende, prevedendo un fondo importante e specifico a livello europeo, sulla scia di quanto fatto già per la Brexit". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della Commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

Roma, 23 feb. – “Riconoscendo le Repubbliche separatiste del Donbass, Donetsk e Luhansk, il Cremlino ha calpestato il diritto internazionale. Le sanzioni immediate e la risposta compatta e coesa di tutti gli alleati occidentali – dalla Nato all'Unione Europea – rappresentano quindi la reazione più giusta ed efficace. Parallelamente al mantenimento del dialogo con la Russia. Strategia alla quale anche l’Italia ha contribuito. E’ positivo che nel corso delle ultime settimane si sia parlato con una voce sola a livello europeo, operando per la pace e per la stabilità".

"Adesso é necessario mantenere questa compattezza attraverso l’adozione di sanzioni mirate. Nonostante le possibili ricadute sul nostro tessuto economico. Non a caso l’Italia, secondo Paese per export in Russia dopo la Germania, ha giustamente chiesto un sistema di contrappesi a livello europeo. Ma non possiamo anteporre egoismi nazionali a un’aggressione che, sul lungo termine, avrebbe ricadute più gravi. I confini dell'Europa e della Nato non possono essere definiti con le armi e neanche con le minacce”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in aula per l’informativa del ministero degli Esteri Di Maio.

Roma, 21 feb. – "L'Italia è impegnata ai tavoli della mediazione per cercare un allentamento delle tensioni nella crisi ucraina. Impegno che è condiviso con i principali alleati europei. Questo è il momento di sostenere il lavoro della diplomazia, per prevenire eventuali incidenti che potrebbero innescare una pericolosa miccia sul Donbass". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo Italia Viva-Psi, che stasera modererà l’evento digitale ‘La crisi in Ucraina’ promossa dal Cantiere Esteri di Italia Viva, con gli interventi di Riccardo Alcaro e Nona Mikhelidze dell’Istituto Affari Internazionali, Piergiorgio Cherubini, già ambasciatore, e Fabrizio Fiori, avvocato italiano residente in Ucraina.

Roma, 21 feb. "Le parole di Putin sono un attacco a tutto l'Occidente e ai nostri valori democratici.La sua violazione dello stato di diritto deve trovare la ferma condanna da parte dell'Unione Europea.Non siamo sotto scacco di chi minaccia armi e viola il diritto internazionale". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della Commissione Esteri.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks