Roma, 12 gen. - "Le frasi di esultazione per la scomparsa di David Sassoli ad opera dell'europarlamentare di Alternativa per la Germania (AfD), Nicolaus Fest, sono una vergogna. Un insulto alla memoria del Presidente del Parlamento Europeo e un'offesa al nostro paese. Ecco il vero volto delle destre sovraniste. Inneggiare alla morte di un avversario politico è disumano. Ci auguriamo che la sua delegazione parlamentare sanzioni questo comportamento, scusandosi con il Parlamento Europeo e con il nostro Paese. E che prenda ufficialmente le distanze da Fest. Così come dovrebbero fare le destre di casa nostra che vanno a braccetto con l'AfD". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

Roma, 12 gen. "I miei migliori auguri a Fabio Porta, da oggi collega senatore. Felice che, con la sua proclamazione, si sia messo un punto a una questione che rischiava di macchiare l'istituzione del Senato. Sarà la magistratura ora a finire di accertare quanto accaduto con le schede del senatore decaduto Adriano Cario. Ma non era ammissibile che quello scranno fosse legato a opacità così gravi come quelle emerse dalle indagini della Procura di Roma. Con questa decisione, la Giunta per le Immunità e la Plenaria del Senato hanno ristabilito la legalità. Buon lavoro a Fabio Porta". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione esteri.

Roma, 11 gen. - "La scomparsa di David Sassoli desta grande dolore e rappresenta una perdita per le istituzioni europee e per la politica. Dotato di una spiccata simpatia umana, Sassoli è stato un politico di razza che ha impostato la sua vita al rispetto della verità e al senso delle istituzioni, prima come giornalista e poi come politico, fino alla presidenza dell'Europarlamento. Alla sua famiglia la mia sincera vicinanza". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della Commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

 

 

Roma, 10 gen. – "La scelta del governo di riaprire le scuole oggi è la via giusta, che come Italia Viva sosteniamo in pieno. Il ritorno in classe di questa mattina è un atto di civiltà e giustizia nei confronti di quelle tante studentesse e studenti che, negli ultimi due anni, hanno visto sacrificare il proprio diritto allo studio, così come quello alla socialità. È paradossale che bambini e adolescenti possano andare al ristorante o al cinema ma non a scuola". "Anche qui si vede il cambio di passo rispetto alla linea di Conte. Mentre, in precedenza, le scuole erano i primi luoghi ad essere chiusi, oggi affermiamo il principio opposto. Ossia che l’insegnamento è uno dei pilastri sui quali costruire una società moderna. E, di conseguenza, non può essere sospeso mentre rimangono attive tutte le atre attività, dalla ristorazione al turismo. La dad può essere una soluzione temporanea. Non la regola". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

La senatrice in dichiarazione di voto

Roma, 23 dic. - "Solo un anno fa eravamo l'ultimo paese europeo per vaccinati e crescita economica. Ora è l'esatto opposto. Anche il nuovo Piano di Ripresa e Resilienza è la prova che promuovere il governo Draghi è stata la scelta giusta. E che le lodi internazionali che ci vengono rivolte sono meritate. E proprio il Pnrr è l'occasione per dimostrare che le grandi performance dell'ultimo anno non sono state un episodio casuale. Ma dobbiamo spendere bene questi soldi. Alimentando le riforme che stiamo realizzando e che il paese aspettava da decenni . E prevenendo le infiltrazioni mafiose". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in dichiarazione di voto per il dibattito sul Pnrr.

Roma, 22 dic. – “Le comunità italiane all’estero sono un perno sul quale costruire la proiezione del sistema Paese nel mondo. L’attuale governo le ritiene importanti in questa fase di ripartenza. Ed è il motivo per cui in legge di bilancio prevediamo investimenti nei capitoli più significativi per i connazionali oltre confine. A partire dall’estensione dell’agevolazione Imu per i residenti all'estero che percepiscono una pensione in pro rata. Lo scorso anno eravamo riusciti a ripristinare l’esenzione al 50 per cento, grazie all’intenso lavoro parlamentare mio personale, in coordinamento col collega Massimo Ungaro e con Italia Viva tutta. Nel 2022 l’esenzione Imu viene ampliata al 62,5 per cento, grazie all’approvazione di un mio ulteriore emendamento alla manovra. Questo significa che nel 2022 i titolari di una pensione in pro-rata dovranno pagare solo un terzo delle tasse sulla prima casa in Italia (esattamente il 37,5%)”. “In tema di comunità nel mondo, è altrettanto positivo che si siano previsti investimenti finalizzati a rendere più efficiente il funzionamento della rete diplomatico consolare. Con risorse stanziate per l'invio all’estero di oltre cento tra funzionari e addetti d’ambasciata e la previsione di risorse aggiuntive per il personale a contratto. Nello specifico, 800mila euro per i contrattisti e 600mila per i consoli onorari. Un rafforzamento di organico atteso da tempo, che potrà contribuire a superare i ritardi ed i disservizi provocati dalla pandemia”.

Roma, 21 dic. – “Nel 2022 gli italiani all’estero che prendono una pensione in pro-rata (cioè una pensione che sia maturata in un altro paese, oltre che in Italia) potranno godere di una maggiore esenzione Imu, sul primo immobile di proprietà in Italia. Un’esenzione maggiore rispetto all’anno scorso. Grazie all’approvazione di un mio emendamento alla legge di bilancio 2022 l’esenzione viene aumentata al 62,5%. Significa che i connazionali dovranno pagare solamente circa un terzo delle tasse (esattamente il 37,5% dell’importo). Lo scorso anno grazie ad un intenso lavoro parlamentare mio personale, in stretta sinergia con il collega Ungaro alla Camera e con l’appoggio di Italia Viva tutta, eravamo riusciti a superare la misura di infrazione europea che pendeva sull’Italia, a ripristinare l’esenzione sull’Imu ed a ridurre le tasse del 50 per cento. Con l’ulteriore intervento odierno, nel 2022 si dovrà pagare all’incirca soltanto un terzo dell’Imu. Per gli anni a venire saranno necessari ulteriori interventi, volti a rendere strutturale l’esenzione eccedente il 50%”. “Si tratta di un risultato parziale. Conseguito dopo una lunga e faticosa battaglia politica. Dispiace doversi sempre scontrare con il continuo boicottaggio del gruppo dei 5stelle. Chi risiede all'estero, ma mantiene la propria abitazione in Italia, rende un servizio al paese. Perché contrasta lo spopolamento e la decadenza architettonica dei nostri borghi. Per questo é giusto prevedere l’esenzione sulla prima casa in Italia anche per gli italiani all’estero, analogamente a chi risiede in Italia”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva – Psi.

Roma, 21 dic. - "In questa manovra puntiamo a sostenere i rapporti bilaterali anche attraverso iniziative di ricerca internazionale. È positivo che sia stato approvato un emendamento a firma congiunta, insieme al Presidente Gianni Pittella, che prevede lo stanziamento di 15 milioni in tre anni per le iniziative di carattere scientifico e tecnologico con la Repubblica Federale Tedesca. Un'osmosi importante, in considerazione dell'elevata presenza di scienziati italiani nei centri di ricerca tedeschi". "Finanziando i progetti di cooperazione non solo rafforziamo il legame con un partner strategico come la Germania. Ma diamo il via anche a collaborazioni che possano favorire il rientro e la mobilità dei nostri talenti. E stimoliamo la crescita di tutto il comparto ricerca". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

Roma, 21 dic. - "La ripartenza passa anche dalla proiezione del sistema Paese nel mondo. Un fattore nel quale giocano un ruolo centrale le comunità all'estero e le minoranze italiane. Come quelle in Slovenia, Montenegro e Croazia, da sempre attive nella promozione della cultura italiana grazie all’impegno dei connazionali e delle associazioni italiane sul territorio. Ecco perchè è importante che sia stato approvato uno specifico emendamento che stanzia oltre 18 milioni in tre anni per interventi a favore della minoranza italiana in Slovenia, Montenegro e Croazia e degli esuli dell'ex Jugoslavia. Risorse che serviranno a preservare un legame con quelle comunità e a sostenerle nelle loro attività di veicolo della nostra cultura". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

Roma, 20 dic. - "Grazie al nostro impegno, già lo scorso anno siamo riusciti a ottenere l'agevolazione al 50 per cento sull'Imu sulla prima casa per i pensionati residenti all’estero. Riuscendo a superare i vincoli posti da una misura di infrazione europea che pendeva sull’Italia. Ora il nostro obiettivo è estendere l'esenzione, in risposta alle istanze dei nostri connazionali. Che richiedono giustamente di usufruire dell’esenzione sulla prima casa, analogamente a chi risiede in Italia". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

"Dallo scorso anno, infatti, grazie al nostro lavoro parlamentare, i pensionati Aire con contributi in Italia e in un Paese europeo, hanno nuovamente ottenuto l’esenzione Imu sulla prima casa di proprietà in Italia, per la metà dell’importo. Un'agevolazione che è stato possibile reintrodurre dopo mesi di personale confronto con i tecnici del ministero dell'Economia e con il sostegno delle colleghe ed i colleghi di Italia Viva tutta. Ora è importante che questa misura sia potenziata nella prossima manovra, attualmente al vaglio della commissione Bilancio in Senato, attraverso l'approvazione di uno specifico emendamento da me presentato. Che prevede l’ampliamento dell'esenzione sull'Imu per questa stessa categoria di pensionati Aire".

La Vicepresidente commissione Esteri intervenendo all'assemblea plenaria del Cgie

Roma, 14 dic. - "Le recenti elezioni Comites confermano la necessità di abolire l'inversione dell'opzione. Un meccanismo che mina la partecipazione al voto. Rischiando quindi di indebolire organi invece importanti come le rappresentanze di base, che danno voce alle nostre comunità all'estero. Proprio per sostenerli nel loro ruolo, abbiamo presentato specifici emendamenti nella legge di bilancio alla quale stiamo lavorando in Parlamento. Chiedendo risorse per il Consiglio generale degli italiani all'estero e per i Comites, così come per tutti i capitoli dedicati agli italiani nel mondo. Compresa l’estensione dell’esenzione Imu per i pensionati Aire. Ringrazio per il lavoro di questi anni il segretario generale, Michele Schiavone, e tutte le consigliere e i consiglieri del CGIE uscenti, per l’impegno ed il lavoro profusi in questi anni". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri, intervenendo all'assemblea plenaria del Cgie attualmente in corso.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks