Roma, 9 mag. – "Il 9 maggio del 1978 Aldo Moro e Peppino Impastato pagavano con la vita l’impegno verso la società e la coerenza con le proprie idee. Nelle loro figure, così come in tutte le vittime del terrorismo e delle mafie, possiamo trovare gli esempi più alti di devozione allo Stato e senso della legalità. Il loro sacrificio va ricordato ogni giorno da ognuno di noi, costruendo nel proprio quotidiano un Paese libero da contrapposizioni ideologiche violente e dalla criminalità di qualsiasi natura”. Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

 

 

 

La senatrice incontrando il Comites di Francoforte

Roma, 9 mag. – “Quest’anno celebriamo una Festa dell’Europa speciale. Perché i due anni di pandemia prima e il dramma della guerra oggi hanno reso evidente l’urgenza di riformare l’Unione. Rafforzandone sia la capacità decisionale che quella operativa. La Conferenza sul Futuro dell’Europa ha confermato come questa necessità sia avvertita anche da cittadine e cittadini dell’Ue. Il voto dell’Europarlamento verso la revisione dei trattati e il superamento del meccanismo dell’unanimità ha avviato una nuova fase costituente. Ora è importante che il Consiglio e i singoli Stati membri diano seguito a questo percorso di evoluzione, non più rimandabile”. Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo a Francoforte in un incontro con il Comites locale, nel corso del suo tour in Germania presso le comunità italiane. 

Roma, 5 mag. - Pratiche consolari. Agevolazioni fiscali. Spid. Rete diplomatica. Tutti temi al centro del tour in Germania che vedrà la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, incontrare le comunità italiane nelle principali città tedesche. Da venerdì 6 a domenica 8 maggio, la senatrice sarà impegnata insieme all'onorevole Massimo Ungaro a Stoccarda, Francoforte, Colonia, Mannheim, fino a Sindelfingen e Dortmund. Nel corso delle diverse tappe sono in programma incontri con le comunità locali italiane, le rappresentanze diplomatico-consolari, i Comites e i comitati di Italia Viva.

Roma, 3 mag. - "Il voto degli italiani all'estero va messo in sicurezza. Ma in maniera reale, non sostenendo meccanismi il cui unico risultato sarebbe indebolire la rappresentanza estera. A partire dall'inversione dell'opzione, che persegue esattamente il contrario degli obiettivi per il quali il voto andrebbe riformato. Nata con lo scopo di contrastare i brogli elettorali, alla prova dei fatti l'inversione dell’opzione rischia infatti di favorire comportamenti illeciti. Perché favorisce il controllo del voto. E' sbagliato avallare questo metodo, che, adottato in due tornate elettorali per il rinnovo degli organi di base Comites, ha dimostrato di non essere efficace e di abbassare la partecipazione.
E’ opportuno ed urgente riformare il voto degli italiani all’estero, per evitare brogli. Proprio a tale proposito già ad inizio legislatura ho depositato una proposta di legge che prevede l’introduzione di modalità all’avanguardia, come blockchain e QR code, per mettere in sicurezza il voto per corrispondenza. Ma l’eventuale introduzione dell'inversione dell'opzione sarebbe una soluzione fuorviante e deleteria, che porterebbe ad ottenere risultati opposti a quelli perseguiti". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo Italia Viva-Psi, a proposito di quanto dichiarato dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, in audizione oggi alla Giunta delle elezioni Di Montecitorio.

Roma, 2 mag. – "Quanto andato in onda ieri sera su Rete4 è uno spettacolo offensivo per una democrazia come la nostra. La rete ha fatto da cassa di risonanza alla propaganda russa lasciando che Lavrov parlasse indisturbato, negando i crimini che sta compiendo senza che ci fosse alcun contraddittorio. Mentre l’Italia e tutta l’Europa si impegnano per contrastare la disinformazione di Putin, Rete4 elude questo blocco e ospita chi sta bombardando una popolazione e minacciando il mondo intero come se fosse una persona qualsiasi. È inammissibile. L’auspicio è che tutta la politica sia compatta contro questa deriva pericolosa. Non possiamo lasciare che la nostra informazione diventi strumento per la propaganda antioccidentale". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri re Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

Roma, 1 mag. – “Diritto al lavoro oggi vuol dire anche diritto alla piena realizzazione professionale. A non essere discriminati né svantaggiati. Soprattutto quando si appartiene alle categorie attualmente più fragili, come donne e giovani. Ecco perché abbiamo investito nelle misure del Family Act. Per creare le condizioni affinchè si realizzi una società più equa. Che promuova la piena occupazione per tutti. Con la stessa convinzione con la quale, in passato, abbiamo promosso il Jobs Act. Con gli effetti positivi che si sono rivelati in termini di numero di occupati. L’antidoto più efficace alla crisi del mercato occupazionale è una società più meritocratica e giusta nel suo complesso. Che sia attrattiva sia in termini economici che verso le sue brillanti risorse attualmente emigrate all’estero” Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi.

La senatrice incontrando la comunità italiana a Barcellona e gli iscritti del comitato locale di Italia Viva

Roma, 26 apr. - "Con il voto di Parigi, i francesi hanno affermato la loro adesione ai valori europei. Ricordando ai sovranisti che non c'è posto per loro nell'Unione. Oggi e sempre gli europei scelgono la libertà. I diritti. In una parola, la democrazia. Ecco perché la rielezione di Macron è una grande vittoria per la Francia e per l'Europa tutta. E conferma ancora una volta come siano le politiche riformiste a interpretare i sentimenti degli elettori. Il futuro dell'Unione si costruisce alleando le forze progressiste". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della Commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, incontrando la comunità italiana a Barcellona e gli iscritti e simpatizzanti del comitato locale di Italia Viva.

 

La Vicecapogruppo vicaria intervenendo in dichiarazione di voto in aula

Roma, 26 apr. - "La Conferenza sul futuro dell'Europa ha visto una grande adesione dal basso. A conferma del desiderio di partecipazione di cittadine e cittadini. Adesso è importante che si trasformi in una convenzione costituente in grado di rafforzare il processo di integrazione europea". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in dichiarazione di voto in aula.
"Attraverso la riforma dei Trattati. Superando il meccanismo dell'unanimità all'interno del Consiglio Europeo. Assegnando un vero potere legislativo all'Europarlamento. Riorganizzando il meccanismo elettorale, con liste transnazionali. Condizionando l'appartenenza all'EU al rispetto dello stato di diritto. Ridisegnando le politiche migratorie. E riconoscendo all'Unione una capacità fiscale autonoma e un'autonomia dell'UE negli ambiti strategici".
"In questo modo possiamo costruire una vera federazione europea. Organizzata in modo decentrato secondo il principio di sussidiarietà, coinvolgendo i territori locali, e di proporzionalità, con il costante rispetto dei diritti fondamentali. E impiegando lo strumento delle assisi parlamentari, in maniera tale da ribadire la sinergia con la democrazia rappresentativa dei singoli Stati".

La senatrice Laura Garavini incontrando la comunità italiana a Madrid

Roma, 25 apr. – “Il cammino che ha portato alla Resistenza prima e alla Liberazione poi è stato ispirato da valori validi ancora oggi. Dall’amore per la democrazia alla legittima richiesta di libertà e diritti. Tutti principi che devono però essere coltivati per poter sopravvivere. Gli ultimi due anni ci hanno ricordato che nulla può essere dato per acquisito, in eterno. La spinta di forze sovraniste e il conflitto in Ucraina rendono evidente come ognuno di noi debba essere argine contro la deriva di forze politiche autoritarie. Ecco che oggi la Festa della Liberazione assume il valore di un messaggio alle nuove generazioni. L’Italia e l’Europa democratiche in cui viviamo non sono scontate. Dobbiamo difenderne e promuoverne i valori fondanti di uguaglianza e libertà”. Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, incontrando la comunità italiana a Madrid, nell’ambito del suo viaggio tra i connazionali in Spagna.

Roma, 21 apr. - "Agevolazioni fiscali sull'Imu. Risorse per servizi consolari più efficaci. Investimenti per lingua e cultura. Sono alcuni dei risultati conseguiti per gli italiani nel mondo, grazie all’intenso lavoro svolto negli ultimi mesi. E fa piacere poterne parlare ai nostri connazionali in Spagna. Incontrando gli iscritti e simpatizzanti di Italia Viva, i consiglieri Comites e Cgie e le locali rappresentanze diplomatiche e consolari". Lo dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente della Commissione Esteri e Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi che sarà in visita a Madrid e Barcellona, domenica 24 e lunedì 25 aprile per una serie di incontri con le comunità italiane in Spagna, legati alla festa della Liberazione.

 

Roma, 20 apr. - "Con questo Def il Governo dimostra una visione lungimirante. Liberando risorse immediate per le questioni più urgenti. Dal contrasto al caro bollette alla liquidità per le imprese, al sostegno alle opere pubbliche. E prevedendo allo stesso tempo politiche di lungo raggio. Come gli investimenti nella produzione di semiconduttori, un campo sul quale si giocherà la ridefinizione di tanti equilibri geostrategici. È importante che, parallelamente, le risorse liberate dal Def vadano a sostenere la transizione ecologica. Con interventi per una maggiore autonomia energetica e la diversificazione degli approvvigionamenti. Attraverso un piano strategico nazionale e un tetto europeo al prezzo del gas".

"Le conseguenze della guerra rischiano infatti di far sfumare le previsioni di crescita per il Pil. Anche per non vanificare gli sforzi compiuti fino a oggi per la ripartenza, sosteniamo quindi con convinzione il Def e il Governo. Lo dobbiamo a famiglie e imprese che si stanno faticosamente riprendendo dai postumi dell’emergenza sanitaria. Con un grande sforzo collettivo, di fronte al quale sono fuori luogo le recenti polemiche di parte della maggioranza proprio su questo documento. La delega fiscale non prevede alcun aumento di tasse. La gravità del momento impone dimettere da parte i toni da campagna elettorale. E di sostenere il governo con senso di responsabilità". Lo ha dichiarato la senatrice Laura Garavini, Vicecapogruppo vicaria Italia Viva-Psi, intervenendo in discussione generale per il voto sul Def.

Come seguirmi in rete

Scoprite in tempo reale le iniziative e le ultime notizie sui principali social networks